08/04/2016 - L’AMBIENTE BUSINESS BIH: RACCOMANDAZIONI DELLA FIPA

L’AMBIENTE BUSINESS BIH: RACCOMANDAZIONI DELLA FIPA

Il 5 aprile 2016, l’Agenzia statale FIPA (Foreign Investment Promotion Agency della Bosnia Erzegovina, http://www.fipa.gov.ba/Default.aspx?langTag=bs-BA&template_id=123&pageIndex=1) ha presentato il proprio Rapporto sui risultati del programma di supporto post investimento agli investitori stranieri per il 2015 e le proprie raccomandazioni per il miglioramento dell’ambiente business in Bosnia Erzegovina.

Sulla base delle valutazioni espresse dagli investitori stranieri, la FIPA ha elaborato una serie di suggerimenti che ha presentato alle istituzioni della BiH competenti per il miglioramento dell’ambiente business.

In generale negli ultimi 10 anni e' stata evidenziata la lentezza dei tribunali nei processi di riscossione dei debiti; la complessità delle procedure fiscali; la scarsa organizzazione ed aggiornamento del catasto; l’alta corruzione e la lentezza nell’ottenimento dei permessi di lavoro.

Al livello dello stato Bosnia Erzegovina si segnalano i seguenti problemi.

La legge per l’ottenimento della partita IVA prevede un tempo di 15 giorni, ma nella pratica sono necessari più di 30 giorni; i tempi per il rimborso dell’IVA sono lunghi; sarebbe auspicabile diminuire l’IVA sui servizi turistici (per adeguarsi al trend nella regione); è necessario identificare tutte le barriere parafiscali e diminuirle; la nuova legge sugli appalti pubblici in vigore dal 2014 è in linea con la normativa europea, ma vi sono ancora dei problemi quali la scarsa trasparenza delle procedure, la discriminazione, i costi e la lungaggine delle procedure di ricorso.

Per quanto riguarda il livello delle due entità della Federazione della Bosnia Erzegovina e delle Republika Srpska si sono evidenziati i seguenti problemi.

In Federazione, la mancanza di un One stop shop (esistente nell’entità della Republika Srpska) per la registrazione di una nuova società presso un unico sportello. La legge sulle procedure esecutive prevede tempi troppo lunghi per la riscossione del credito. Nel settore del legno, si ritiene urgente l’adozione della legge sulle foreste nella Federazione, per il momento ancora in bozza.

E’ necessario aggiornare la legge sui rapporti obbligazionari in entrambe le entità, in quanto la legge in vigore non contempla alcune figure del diritto moderno.

Sono necessari miglioramenti nella disciplina del partenariato pubblico-privato, delle procedure fallimentari e nel sistema giudiziario. In entrambe le entità sarebbe auspicabile accorciare i tempi per l'ottenimento di permessi edili e energetici.

Per quanto riguarda la tutela dell’ambiente si segnala che in BiH ad oggi non vi sono inceneritori organici.


ICE Agenzia Sarajevo
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BOSNIA ED ERZEGOVINA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in BOSNIA ED ERZEGOVINA

AMBASCIATA SARAJEVO