08/03/2016 - Nuovo terminale gas nel porto di Bratislava

Nuovo terminale gas nel porto di Bratislava

Nel giro dei prossimi quattro anni dovrebbe essere costruito presso il Porto fluviale di Bratislava un terminale galleggiante per il gas naturale liquefatto (LNG). Il progetto, lanciato da un’associazione chiamata Danube LNG, ha un valore di 20 milioni di euro e al momento è in fase di analisi per la valutazione di impatto ambientale (VIA). Il terminal dovrebbe estendersi per una superficie di circa 2,5 ettari, e vi potranno avere accesso navi con portata fino 5.000 tonnellate. I lavori dovrebbero presumibilmente iniziare nel 2018, e il terminal potrebbe essere pronto nel 2020.

Il gas sarà stoccato in 12 serbatoi a doppio mantello, con una struttura rinforzata in grado di resistere anche a grandi inondazioni. Il terminale di Bratislava sarà interconnesso con la rete di trasporto trans-europea TEN-T, nel corridoio fluviale Reno/Meno-Mosa-Danubio.

La Commissione europea sta spingendo il gas LNG come combustibile alternativo per la riduzione delle emissioni di gas serra e abbassare la dipendenza dal petrolio. Secondo il commissario UE Sefcovic il consumo di LNG dovrebbe crescere del 50% nei prossimi cinque anni. L’Europa utilizzerà gas naturale liquefatto proveniente da Usa, Canada, Australia e Qatar.


Ambasciata d'Italia - 8 marzo 2016
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SLOVACCHIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SLOVACCHIA

AMBASCIATA BRATISLAVA