08/07/2015 - La Banca Centrale prevede una decrescita nell’aumento degli investimenti

La Banca Centrale prevede una decrescita nell’aumento degli investimenti

La Banca Centrale Ungherese (MNB) ha ridotto la sua previsione per quest’anno in materia di crescita degli investimenti dalla precedente stima del 5,2% al 2,2%. Dal rapporto trimestrale sull’inflazione della MNB emerge che nel primo trimestre gli investimenti fissi lordi sono diminuiti, principalmente a causa del calo degli investimenti del settore pubblico, dopo che l’utilizzo dei fondi dell’Unione Europea del ciclo finanziario 2007-2013 ha raggiunto il picco. Secondo le previsioni della banca, nel 2016 gli investimenti caleranno del 2,1% (in misura maggiore rispetto all’1,2% previsto nel rapporto di marzo scorso). Il consumo delle famiglie aumenterebbe del 3,2% quest’anno e del 3% l’anno prossimo. Le esportazioni aumenterebbero rispettivamente dell’8% e del 7,9% secondo le stime del nuovo rapporto. La Banca Centrale ha ridotto dall’1,6% all’1,5% la sua previsione per il 2015 per l’inflazione “core” (che non prende in considerazione il prezzo dei combustibili e dei generi alimentari) e dal 3% al 2,8% per il 2016. Il deficit di bilancio in rapporto al PIL l’anno prossimo è previsto attestarsi al 2,2%, superiore all’obiettivo del 2% progettato dal Governo ed inserito nella legge finanziaria per il 2016.


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché UNGHERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in UNGHERIA

AMBASCIATA BUDAPEST