17/02/2015 - La Commissione Europea prevede un aumento del PIL dello 0,2% nel 2015

La Commissione Europea prevede un aumento del PIL dello 0,2% nel 2015

La Commissione Europea prevede per la Croazia un aumento del PIL dello 0,2% nel 2015

La Croazia uscirebbe cosi’, dopo 6 anni, dalla recessione. Per il 2016 le previsioni parlano di una ulteriore crescita dell’1%. Sono state riviste pure le cifre sull’andamento dell’economia nel 2014, fissando il calo del PIL allo 0,5%. La Croazia dunque segue il trend di crescita tutti gli altri paesi UE, rimanendo pero’ all’ultimo posto in quanto la ripresa sarà "debole e lenta". Il deficit continua ad essere alto, anche se inferiore alle previsioni, e la Commissione insisterà sul consolidamento fiscale. Con una ripresa cosi’ modesta la disoccupazione diminuirebbe in misura minima; le previsioni prevedono un tasso del 16,8% per quest’anno e del 16,4% per l’anno prossimo. Quello che aumenta ancora è il debito pubblico che quest’anno raggiungerà l’84,9%, per arrivare nel 2016 all’88,7% del PIL.

 


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché CROAZIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in CROAZIA

CONSOLATO GENERALE FIUMEAMBASCIATA ZAGABRIA