13/11/2014 - Risoluzione della NBU N. 699 del 3.11.2014 su alcune norme valutarie in Crimea

Risoluzione della NBU N. 699 del 3.11.2014 su alcune norme valutarie in Crimea

Il 3 novembre 2014 la Banca Nazionale di Ucraina (NBU) ha adottato la Risoluzione n ° 699, relativa ad “alcune norme di legislazione valutaria da applicare durante il regime di temporanea occupazione del territorio della Libera Zona Economica (Free Economic  Zone -FEZ) della penisola di Crimea".

La  Risoluzione stabilisce il seguente regime speciale:

- Ai fini dell'applicazione del  regolamento della NBU, individui residenti/ persone giuridiche registrati nel territorio della FEZ di Crimea (di seguito - le entità di Crimea / individui) sono equiparate ai non residenti di Ucraina ed i contratti con tali entità/persone  a contratti economici stranieri.
- Il trasferimento di fondi (pagamenti) dall'Ucraina continentale al territorio della FEZ di Crimea o dal territorio della FEZ di Crimea verso l’Ucraina continentale sarà effettuato in base alle regole esistenti per il trasferimento dall’estero verso l’Ucraina o dall’Ucraina verso un altro Paese.
- Il trasferimento di valuta sarà effettuato in grivne ucraine o nella valuta estera del  1 ° e 2 ° gruppo del Classificatore di valute estere.
- I residenti sono autorizzati ad effettuare pagamenti a favore di enti di Crimea/individui secondo  gli obblighi connessi con la proprietà in Crimea (acquisiti prima dell’entrata in vigore della legge sulla libera zona economica di Crimea), sulla base di informazioni e documenti di supporto.
- Ai residenti è vietato effettuare investimenti nella FEZ di Crimea.
- Sarà permesso effettuare pagamenti con le entità di Crimea/individui  tramite conti correnti in banche non residenti.
- Le banche ucraine devono sospendere le operazioni /chiudere i conti correnti degli enti di Crimea.
- Solo gli individui sono autorizzati a spostare rubli russi in contanti attraverso il confine amministrativo della FEZ    di Crimea (per un importo che non può superare l'equivalente di 10.000 UAH su dichiarazione verbale).
- Gli strumenti di pagamento elettronici, rilasciati (emessi) da parte dei sistemi di pagamento interni o internazionali, sono autorizzati all'uso sul territorio della FEZ di Crimea.

Ai sensi della citata Risoluzione, la NBU vieta anche talune attività bancarie (depositi/prestiti) in rubli russi nell’Ucraina continentale.


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché UCRAINA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in UCRAINA

AMBASCIATA KIEV