25/09/2014 - Nuovo provvedimento della NBU per il controllo del mercato valutario (22.09.2014)

Nuovo provvedimento della NBU per il controllo del mercato valutario (22.09.2014)

Il 22 settembre 2014, il Consiglio di Amministrazione della Banca Nazionale Ucraina  (NBU) ha adottato la risoluzione n. 591 (in prosieguo: la "Risoluzione"), che modifica le precedenti  risoluzioni n. 515 del 20 agosto 2014 e n. 540 del 29 agosto 2014. La Risoluzione è entrata in vigore  il 23 settembre 2014.

La Risoluzione diminuisce la quantità dei proventi in valuta straniera  soggetti al requisito obbligatorio di vendita dal 100% al 75%. Essa rimane in vigore fino al 21 novembre 2014, salvo proroghe o modifiche.

Nuove Restrizioni

La Risoluzione stabilisce i seguenti nuovi divieti  nelle operazioni in valuta estera:

- transazioni per le operazioni di importazione che non prevedono il trasferimento fisico delle merci in Ucraina;
pagamenti nell'ambito di contratti di importazione in cui le merci sono state importate in Ucraina e sono state effettuate le relative procedure doganali sulla base della dichiarazione doganale di importazione la cui data supera i 180 giorni;
- pagamenti ai non residenti  nel quadro di accordi di vendita e di acquisto rispetto alla vendita di (i) titoli di emittenti ucraini (eccetto per le obbligazioni di Stato di Ucraina) al di fuori del mercato borsistico  e / o (ii)  quote sociali diverse dalle azioni;
- pagamento dei dividendi agli investitori stranieri (eccetto per il pagamento dei dividendi tra i titoli in circolazione sui mercati borsistici);
- pagamenti effettuati in base a singole licenze della Banca Nazionale di Ucraina (fatta eccezione per transazioni di  personalità giuridiche sulla base di singole licenze per il trasferimento di valuta su conti aperti all'estero).

Queste disposizioni sono valide fino al 2 dicembre 2014, salvo proroghe o modifiche.

Requisiti per la conversione obbligatoria dei trasferimenti in valuta

La Risoluzione annulla il provvedimento precedentemente approvato di richiesta di conversione obbligatoria in UAH dei trasferimenti in valuta estera effettuati dall'estero a favore di persone fisiche che riscuotono in contanti senza aprire un conto corrente bancario.

Modifica dei limiti sulle quantità di vendita di valuta estera

La Risoluzione prevede che il limite per la vendita dei proventi in valuta estera in  contanti per persona all'interno di un giorno lavorativo bancario non deve superare l'importo equivalente a UAH 3000 (il limite precedente era UAH 15.000). Tale limitazione non si applica se le persone fisichei residenti che acquistano valuta estera per la liquidazione dei loro obblighi nel quadro di accordi di finanziamento in valuta con banche.


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché UCRAINA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in UCRAINA

AMBASCIATA KIEV