21/07/2014 - L'ECONOMIA AUSTRALIANA CRESCE DEL 3.5% A MARZO 2014.

L'ECONOMIA AUSTRALIANA CRESCE DEL 3.5% A MARZO 2014.

Secondo i dati dell'Australian Bureau of Statistics, l'economia australiana a marzo 2014 e' cresciuta su base annuale del 3,5%, un valore ancor piu' positivo del 2.75% previsto dall'ultima manovra di bilancio presentata dal Governo liberal-nazionale di Tony Abbott nel maggio u.s..

A trainare la crescita sono state le esportazioni, aumentate del 10.4% su base annuale, e in particolare quelle legate al settore minerario, il quale seppur destinatario di un minor flusso di investimenti, ha contato per l'1.1% sul valore complessivo della crescita annuale. A seguire, e' risultata positiva l'andamento del settore dei servizi finanziari, la cui quota sulla crescita e' stata pari allo 0.6%, e di quello delle costruzioni (0.4%), dei servizi legati all'assistenza sanitaria (0.3%), e infine del mercato immobiliare (0.2%).

La crescita nei sopra menzionati settori e' stata dall'altra parte accompagnata da maggiori spinte inflazionistiche, le quali hanno fatto registrare un tasso di aumento a marzo 2014 pari al 2.9%. Ciononostante, la Banca Centrale australiana, prevedendo un rallentamento dell'attivita' economica dovuto alla transizione da un sistema produttivo trainato principalmente dagli investimenti nel settore minerario ed energetico a un nuovo modello basato sul settore dei servizi e sulle infrastrutture stradali-, ha deliberato di mantenere inalterato il costo del denaro al 2.5%, ormai attestato su tale valore da quasi un anno.

Gli ultimi dati disponibili sulla disoccupazione (giugno 2014) mostrano un lieve aumento del tasso, pari al 6%. Sono invece positivi i dati relativi alla produttivita' del lavoro, cresciuta su base annuale del 2.4%.

Per quanto concerne la bilancia dei pagamenti, a maggio 2014 l'Australia ha registrato un deficit pari a AUD 1.9 miliardi (1.3 miliardi di Euro). Da segnalare la diminuzione dell'esportazione dei beni agricoli (-2%) e dell'importazione dei beni capitale (-4%).

In definitiva, malgrado l'acceso dibattito nazionale interno negli ultimi mesi si sia concentrato prima sulle crisi del settore manifatturiero australiano ( in particolare dell'annuncio della prossima chiusura della casa automobilistica Holden) e della compagnia aerea di bandiera nazionale Qantas, e poi sulle forti riduzioni alla spesa pubblica proposte dal Governo conservatore di Abbott nell'ultima manovra di bilancio ispirantesi a criteri di austerita' dello scorso mese di maggio, i dati statistici australiani indicano piuttosto un ottimo stato di salute dell'economia australiana, suffragata in larga parte ancora una volta dall'ottimo contributo del settore minerario, dalla competitivita' del sistema finanziario e bancario, dall'andamento positivo delle esportazioni e dal tendenziale aumento della produttivita' sul lavoro


Ambasciata d'Italia a Canberra
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché AUSTRALIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in AUSTRALIA

CONSOLATO ADELAIDE (Australia Meridionale)CONSOLATO BRISBANE (Queensland)AMBASCIATA CANBERRACONSOLATO GENERALE MELBOURNE (Victoria)CONSOLATO PERTH (Australia Occidentale)CONSOLATO GENERALE SYDNEY (Nuovo Galles del Sud)