08/04/2014 - LA PRESIDENTE BACHELET PRESENTA AL CONGRESSO IL PROGETTO DI LEGGE SULLA RIFORMA FISCALE.

LA PRESIDENTE BACHELET PRESENTA AL CONGRESSO IL PROGETTO DI LEGGE SULLA RIFORMA FISCALE.

E' stato presentato nei giorni scorsi il progetto di legge che introduce profondi cambiamenti alla normativa fiscale vigente. Il Governo prevede di ottenere maggiori entrate annuali pari a circa 8.200 milioni di dollari corrispondenti a 3 punti del PIL, dei quali 2,5 punti deriverebbero dai cambi strutturali previsti dalla riforma in parola e lo 0,5% dalle nuove misure che saranno adottate per combattere l'evasione e l'elusione fiscale. L'obiettivo del Governo e' quello di finanziare, con tali risorse economiche, la riforma del sistema educativo e i progetti in campo sociale volti alla riduzione della disuguaglianza.

I dettagli del provvedimento, passibile di modifiche nel corso dell'iter di approvazione parlamentare, prevedono un aumento graduale entro il 2017 della tassazione delle imprese dal 20% al 25% ed una riduzione dell'aliquota massima sui redditi personali di cinque punti. Altro punto centrale del progetto è l'eliminazione, a partire dal 2018, del FUT (Fondo de Utilidades Tributarias), meccanismo contabile istituito nel 1984, durante il governo militare, per stimolare il risparmio in un periodo di restrizioni finanziarie, secondo il quale gli utili societari non ripartiti non facevano parte dell'imponibile fiscale dei proprietari o soci delle imprese. Altre misure sono volte alla tutela delle PMI e dell'ambiente e alla riduzione dell’evasione fiscale.

E' prevista, infine, una deroga al Decreto Legge 600 (meglio noto come Statuto dell'Investitore Straniero), il regime principale che regola gli investimenti stranieri in Cile.  La Presidente Bachelet ha sottolineato che, data la stabilita' istituzionale raggiunta dal Paese, non si ritiene piu' necessario il rilascio di avalli o garanzie addizionali, e per tale motivo, a partire dal 1 gennaio 2016, lo Stato cileno cessera' di stipulare un contratto formale con l'investitore straniero a garanzia dell'investimento.

Il progetto e' stato presentato al Parlamento con procedimento di urgenza semplice, ed e' quindi possibile l'introduzione di modifiche parlamentarie. La Presidente Michelle Bachelet ha affermato che la riforma e' un cambiamento necessario per combattere l'eccessiva disuguaglianza e che non avra' effetti sulla crescita, nonostante i timori per le possibili ripercussioni sulle imprese e sugli investimenti.

L'iter parlamentare del progetto avviene in un contesto macroeconomico ed un andamento degli investimenti abbastanza complesso, con un rallentamento dell'economia, aspettative di inflazione in aumento e chiusura del 2013 con una forte frenata degli IDE e diminuzione del prezzo medio del rame.


AMBASCIATA D'ITALIA
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché CILE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatti istituzionali in CILE

AMBASCIATA SANTIAGO