19/03/2014 - FLASH SULL’ANDAMENTO CONGIUNTURALE IN CROAZIA NEL 2013

FLASH SULL’ANDAMENTO CONGIUNTURALE IN CROAZIA NEL 2013

Il PIL croato continua a subire contrazioni: nel primo trimestre del 2013 esso e’ diminuito dell’1,5% rispetto al primo trimestre del 2012, nel secondo semestre la diminuzione e’ stata dello 0,7%, nel terzo trimestre dello 0,6% e nel quarto dell’ 1,2% cosicche’ il calo per tutto il 2013 e’ stimato all’1%. Per il 2014 gli analisti prevedono una ripresa modesta (+0,5% ca.). A dicembre 2013 la produzione industriale e’ stata inferiore del 2,8% rispetto al dicembre 2012 con un calo complessivo annuo del 2%; nel dicembre 2013 il tasso d’inflazione e’ stato dello 0,3%, mentre il tasso annuo 2013 e’ stato del 2,2%. Tuttora molto alto il tasso di disoccupazione: a fine dicembre 2013 e’ stato del 21,6% (363.411 disoccupati). Il deficit del bilancio statale a fine 2013 ha raggiunto il 5,4% del PIL (3,8% nel 2012), per cui alla fine del gennaio scorso la Commissione Europea ha aperto la procedura per deficit eccessivo nei confronti del Paese.

Il debito pubblico a fine 2012 e’ stato pari al  53,7% del PIL mentre a fine dicembre 2013 ha superato il 60%: conformemente ai criteri di Maastricht la Croazia dovrebbe far diminuire il debito pubblico sotto il 60%. Il debito estero mantiene dimensioni ragguardevoli: a fine dicembre 2012 e’ stato pari a 44,86 miliardi di € (dati revisionati), e a fine novembre 2013 (ultimi dati disponibili) a 45,72 miliardi di €.

 


Ufficio ICE
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché CROAZIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in CROAZIA

CONSOLATO GENERALE FIUMEAMBASCIATA ZAGABRIA