14/03/2014 - PERU. AGGIORNAMENTO DATI SULLA CONGIUNTURA ECONOMICA PRIMI DATI SULL’INTERSCAMBIO COMMERCIALE 2013.OPPORTUNITA’ PER LE IMPRESE ITALIANE

PERU. AGGIORNAMENTO DATI SULLA CONGIUNTURA ECONOMICA PRIMI DATI SULL’INTERSCAMBIO COMMERCIALE 2013.OPPORTUNITA’ PER LE IMPRESE ITALIANE

Secondo le prime stime della Banca Centrale peruviana, la crescita del PIL nel 2013 sarebbe stata pari al 5,1%, la domanda interna avrebbe avuto un incremento del 5,8% e gli investimenti privati del 4,3%, dati che confermano la soliditá di questo Paese anche in presenza di fattori di turbolenza esterna.

Tali dati positivi, unitamente al graduale aumento del potere d’acquisto della popolazione, hanno creato favorevoli condizioni per i settori legati ai beni di consumo (abbigliamento, moda, agroalimentari, ecc.) nonché dei settori retail, dell’edilizia urbana e residenziale e delle grandi opere di infrastruttura.

Per il periodo 2013-2015, il valore totale degli investimenti privati é stimato intorno ai 42 miliardi di dollari.

La caduta dei prezzi internazionali dei minerali, legata ad una minore domanda proveniente dai Paesi industrializzati, ha avuto un impatto negativo sul saldo della bilancia commerciale peruviana relativo all’interscambio con il “resto del mondo” facendo registrare per la prima volta dopo un decennio un deficit che i dati ufficiali disponibili a novembre quantificano in USD -2,29 miliardi.

A tale dato finale contribuirebbero, sebbene in misura minore, la crescita delle importazioni da parte peruviana.

Nel periodo gennaio-novembre 2013 il Perú ha esportato per un valore di USD 37,7 miliardi, con un calo del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ed importato USD 40,03 miliardi, registrando una crescita del 2,8% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Le previsioni per il 2014 sono concordemente positive con previsioni al rialzo dei prezzi delle materie prime nei mercati internazionali.

Secondo i dati ufficiali relativi al commercio con l’Unione Europea, nel periodo gennaio-novembre si é registrato un interscambio commerciale di USD 10.985 milioni con un saldo favorevole al Perú di USD 1.356 milioni.

L’Italia si conferma, come negli anni precedenti, il terzo partner commerciale europeo del Perú dopo Germania e Spagna.

Sempre nel periodo gennaio-novembre 2013, il valore delle esportazioni del Perú verso l’Italia é stato pari a USD 955 milioni, in linea con lo stesso periodo dell’anno precedente. Per quanto riguarda, invece, le nostre esportazioni in Perú, le stesse risulterebbero pari a USD 655 milioni, in leggero aumento (+3,47 %) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, determinando una riduzione del nostro deficit nella bilancia commerciale.

I principali prodotti importati dall’Italia risultano essere macchine per imballaggio e per l’industria alimentare, valvole, kits di conversione a gas per motori auto, turbine.

I dati appena descritti relativi  alla congiuntura economica e al commercio contribuiscono a delineare quelli che sono i settori prioritari in cui si puo’ inserire il “made in Italy”: a grandi linee quello dei macchinari pesanti per la costruzione, per l’industria mineraria, per l’ambiente (impianti per il trattamento delle acque e dei rifiuti), per la produzione e distribuzione di energia elettrica, per l’agroindustria, per la pesca e acquacoltura, macchinari per l’imballaggio e la plastica, attrezzature mediche, mobili, moda.

 

 


AMBASCIATA D'ITALIA
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché PERU' Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in PERU'

AMBASCIATA LIMA