12/03/2014 - AGGIORNAMENTO QUADRO MACROECONOMICO (DICEMBRE 2013)

AGGIORNAMENTO QUADRO MACROECONOMICO (DICEMBRE 2013)

L'Ufficio Statistiche australiano (ABS) ha reso noti il 5 marzo u.s. gli aggiornamenti relativi agli aggregati macroeconomici con riferimento all'ultimo trimestre 2013. Su base annuale l'Australia e' cresciuta nel 2013 del 2,8%, migliorando pertanto le stime precedenti che attribuivano a Canberra una crescita annuale del 2,5%.

Strutturalmente, la crescita e' stata assicurata in gran parte dai consumi, aumentati del 2,6% rispetto all'anno precedente, a scapito del risparmio privato sceso al 9,7% del reddito disponibile. Sono aumentati, inoltre, gli investimenti legati alle abitazioni (+1%), principalmente dovuti al fatto che la Reserve Bank of Australia, anche per il trimestre di riferimento, ha mantenuto il costo del denaro al 2,5%, determinando una politica monetaria accomodante per lo slancio di nuove attivita' produttive e che tiene comunque sotto controllo il livello di inflazione,  pari al 2,7% su base annuale a dicembre 2013.

Molto positive sono poi risultate le esportazioni. A gennaio 2014 il saldo della bilancia commerciale  e' migliorato del 142%, pari a AUD 1,4 miliardi (910 milioni di Euro), il miglior risultato dall'agosto 2011. In particolare, le esportazioni, pari a AUD 29,8 miliardi (19,37 miliardi di Euro), sono aumentate del 3.7%, trainate principalmente dall'export di minerali di ferro (+3.3%), di vari combustibili (+6.5%), e di coke e carbone (+1.6%).
Le importazioni sono aumentate dello 0.8% e sono state pari a AUD 28,3 (18,4 miliardi di Euro), consistenti soprattutto in beni intermedi e beni di consumo.
Due terzi della crescita australiana sono stati di fatto assicurati dalla performance delle esportazioni nette.

Sono, tuttavia, diminuite del 2,3% le nuove costruzioni e dell'1,5% le nuove progettazioni, cosi' come gli investimenti legati ai macchinari e logistica (-8,2%). In generale, gli investimenti privati sono diminuiti del 3,4%.

I salari sono aumentati dell'1%, risultato derivante principalmente dal pagamento di bonus da parte di alcune imprese e non da una ripresa dell'occupazione, che invece segna ancora una fase di stanca.

Sulla base di tali dati, il Ministro del Tesoro Joe Hockey ha dichiarato che l'Australia e' in buona salute e che il sistema economico sta reagendo positivamente alla ristrutturazione dell'economia complessiva, attualmente legata agli investimenti nel comparto minerario e rivolta nel prossimo futuro agli investimenti infrastrutturali e ai servizi. Il Ministro e' altresi' convinto che l'Australia tornera' gia' nel prossimo trimestre a segnare una crescita del 3%, un livello necessario perche' si possa invertire la tendenza del tasso di disoccupazione, a gennaio 2014 pari al 6%.

 


Ambasciata d'Italia a Canberra
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché AUSTRALIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in AUSTRALIA

CONSOLATO ADELAIDE (Australia Meridionale)CONSOLATO BRISBANE (Queensland)AMBASCIATA CANBERRACONSOLATO GENERALE MELBOURNE (Victoria)CONSOLATO PERTH (Australia Occidentale)CONSOLATO GENERALE SYDNEY (Nuovo Galles del Sud)