09/12/2013 - LA CRESCITA AUSTRALIANA RALLENTA A SETTEMBRE

LA CRESCITA AUSTRALIANA RALLENTA A SETTEMBRE

Secondo gli ultimi dati forniti dall'Ufficio Statistiche australiano (ABS), relativi al mese di settembre 2013, la crescita australiana e' stata pari al 2,3% (su base annuale), in lieve diminuzione rispetto alle precedenti  previsioni  del 2,5%.
L'economia australiana, pur essendo entrata ormai nel suo 21mo anno di crescita consecutiva del PIL, registra dunque un segnale di rallentamento, principalmente a causa di una frenata dell'importante industria estrattiva energetico-mineraria che ad avviso degli esperti  ha raggiunto il suo picco. 

Strutturalmente, la perdurante crescita e' stata assicurata dagli investimenti (+1,3%), dalle esportazioni nette (+0,7%) e dai consumi (+0,4%). Fra gli investimenti privati, si segnala che il comparto minerario ha contribuito per lo 0,3% alla crescita complessiva, comunque in costante diminuzione in termini di peso sul PIL nazionale, essendo stato fino al 2012 pari all'8% mentre per i prossimi anni e' stimato al 3%. L'edilizia, in calo dello 0.5%, ha contribuito su base annuale per lo 0,1% sulla crescita complessiva del Paese.

Per quanto concerne i termini di scambio, essi sono peggiorati del 3,6% su base annuale. Il tasso di disoccupazione (dati relativi a ottobre 2013) e' invece pari al 5,7%, stabile rispetto ad un anno fa. La bilancia commerciale ha segnato su base annuale un deficit di 529 milioni di AUD (ca 351 milioni di Euro).

Per quanto concerne gli aspetti di politica monetaria, questa Banca Centrale ha deciso di mantenere al 2,5% il costo del denaro, ritenendo che tale livello sia giustificabile in virtu' del tasso di crescita australiana leggermente ridotto rispetto al trend degli anni scorsi; di una disoccupazione che sta lievemente aumentando; e del minore apporto all'economia nazionale del comparto minerario. Il tasso di inflazione e' tenuto sotto controllo al 2,2%. Il dollaro australiano e' considerato tuttora sovrapprezzato e al fine di dare respiro al settore export-oriented queste autorita' monetarie  ritengono di lasciare fluttuare in senso depressivo la valuta nei confronti del dollaro USA, scambiato oggi a 1,1039 AUD.
 
Il Ministro del Tesoro Joe Hockey ha tenuto a sottolineare che i succitati dati statistici dell'ABS si riferiscono a settembre e che da allora in poi dei segnali positivi sono comunque occorsi, segnatamente il deprezzamento del dollaro che sta ridando slancio alle esportazioni australiane, la fiducia dei consumatori e degli investitori. Alla luce dei dati ABS, tuttavia, molto verosimilmente il Tesoro dovra' rivedere le previsioni di crescita e le allocazioni della spesa pubblica. Come noto, il Governo conservatore di Abbott si e' prefisso l'obiettivo di ridurre il deficit e debito pubblico (attualmente attestati rispettivamente all'1,9% ed al 33.3% del PIL), tramite forti tagli alla spesa pubblica e snellimento delle procedure burocratiche.
Al contempo il nuovo esecutivo vuole stimolare un imponente programma di sviluppo infrastrutturale (soprattutto nel settore stradale) e ridurre la pressione fiscale sulle aziende (in primis tramite l'abolizione della carbon tax sulle emissioni inquinanti), al fine di controbilanciare gli effetti negativi del momentaneo rallentamento del settore dell'industria mineraria.


Ambasciata d'Italia a Canberra
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché AUSTRALIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in AUSTRALIA

CONSOLATO ADELAIDE (Australia Meridionale)CONSOLATO BRISBANE (Queensland)AMBASCIATA CANBERRACONSOLATO GENERALE MELBOURNE (Victoria)CONSOLATO PERTH (Australia Occidentale)CONSOLATO GENERALE SYDNEY (Nuovo Galles del Sud)