20/11/2013 - Nuovi scontri tra forze dell’ordine e lavoratori stranieri a Riyadh

Nuovi scontri tra forze dell’ordine e lavoratori stranieri a Riyadh

Alla base dei violenti episodi c’è la stretta sul lavoro irregolare dei lavoratori stranieri, che ha portato all’espulsione di almeno 30 mila persone dal 3 novembre, scadenza della moratoria concessa dal governo agli immigrati per regolarizzare la propria posizione.

La Camera di Commercio saudita ha annunciato la cancellazione di 90.000 dei 250.000 contratti d’appalto in essere in relazione alla violazione delle norme sul lavoro irregolare, introdotte dal 2011. Le misure prevedono il rispetto di quote minime di lavoratori sauditi, differenti in base a settore e dimensione dell’azienda, per ridurre il tasso di disoccupazione giovanile nel paese (attualmente pari al 30%). La cancellazione dei contratti rischia di colpire duramente il sistema produttivo, in particolare i settori delle costruzioni, trasporti e servizi, mentre la stretta sul lavoro irregolare espone le società interessate al rischio di penali e multe in conseguenza dei ritardi nell’esecuzione dei contratti.

 


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ARABIA SAUDITA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia