04/12/2019 - Il Governo kazako annuncia un piano di sviluppo del settore agroalimentare: potenziali opportunità di investimento

Il Governo kazako annuncia un piano di sviluppo del settore agroalimentare: potenziali opportunità di investimento

Il Governo kazako annuncia un piano per la progressiva  sostituzione delle importazioni di alcuni prodotti agroalimentari: potenziali opportunità di investimento.

 

Il Kazakhstan è pronto ad investire 770 miliardi di tenge (1,8 miliardi di euro) per la sostituzione delle importazioni di beni di base.

Il Ministero dell’Agricoltura kazako ha infatti elaborato un piano per la piena sostituzione delle importazioni di latte, pollame e mele entro il 2024, secondo quanto dichiarato dal Ministro Saparkhan Omarov.

Il piano di sostituzione delle importazioni mira ad attrarre investimenti per rifornire il mercato domestico con almeno l’80% di alcune derrate alimentari prodotte in Kazakhstan: in particolare si fa riferimento a 6 dei 19 beni alimentari considerati di base, per i quali il volume delle importazioni nel 2018 ha raggiunto i 505 milioni di dollari.

I 6 beni su cui si concentra il piano sono carne, insaccati e carni lavorate, prodotti caseari, mele, zucchero e pesce.

Attualmente, il Kazakhstan importa 191.600 tonnellate di carne (pari a 49% del fabbisogno nazionale), 30.000 tonnellate di insaccati e carni lavorate (39% ), 21.900 tonnellate di prodotti caseari (46,5%), 101.000 tonnellate di mele (31,5%), 250.000 tonnellate di zucchero (57,3%) e 30.600 tonnellate di pesce (72%).

Il Ministro dell’Agricoltura ha dichiarato che la sostituzione delle importazioni con produzioni locali potrà essere completata entro il 2024. Il rimpiazzo del latte importato necessita la realizzazione di circa 25 aziende lattiere, mentre per il  pollame si richiede una capacità produttiva aggiuntiva di 200.000 tonnellate annue. Attualmente sono in fase di realizzazione 12 progetti con una capacità di 155.000 tonnellate di pollame.

Infine, secondo i Ministro dell’Agricoltura “Il piano di sostituzione delle importazioni prevede inoltre  l’impianto di frutteti per un totale di 12.500 ettari con l’obiettivo di produzione di 105.000 tonnellate di mele all’anno, la costruzione e l’ammodernamento di 5 zuccherifici, nonchè l’incremento della produzione di barbabietola da zucchero”.  

Si aprono dunque opportunità d’affari per le aziende italiane interessate ad investire nel settore agroalimentare, settore su cui il Governo kazako punta con decisione per la diversificazione del sistema produttivo nazionale.


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché KAZAKHSTAN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in KAZAKHSTAN

AMBASCIATA NUR SULTAN