01/03/2019 - Andamento del PIL nel 2018

Andamento del PIL nel 2018

Nel periodo di riferimento la crescita del prodotto è stata principalmente alimentata dall'incremento di valore aggiunto registrato nel settore delle costruzioni (+18,6%) il più alto dal 2011, anno in cui è iniziata la ripresa economica del Paese dalla crisi. Un ulteriore contributo al positivo andamento del prodotto è stato inoltre determinato dagli incrementi registrati nelle attività professionali, scientifiche e tecniche (+13,3%), nei servizi di informazione e comunicazione (+10,6%), trasporto e magazzinaggio (+9,2%), e nell’attività estrattiva (+8,7%). Riguardo al comparto manifatturiero che incide in buona parte sulla composizione del PIL l’incremento del valore aggiunto è stato del 5,3%. Di segno negativo l’andamento nel settore dell’agricoltura, silvicoltura e pesca.

Nel 2018 la domanda interna ha registrato una crescita del 5,3%, la più alta degli ultimi 6 anni, spinta dai consumi delle famiglie (+4,6%). La formazione di capitale fisso lordo presenta un aumento sull’anno del 3,3% grazie alla ripresa degli investimenti fissi nel secondo semestre. I principali contributi al buon andamento hanno riguardato gli investimenti delle imprese non finanziarie in fabbricati ed altre strutture e gli investimenti delle famiglie nell’edilizia residenziale. Il rilevamento statistico indica inoltre un  aumento della spesa per consumi finali della pubblica amministrazione dello 0,3%.

Nel periodo di riferimento le esportazioni di beni e servizi presentano una incremento del 4,3% originato dall'export beni quali computer, apparecchiature elettroniche e ottiche, veicoli a motore, e dai servizi connessi al trasporto. Riguardo alle importazioni di beni e servizi, in aumento del 6,1%, le importazioni di macchinari e attrezzature n.a.c., hanno maggiormente influito sull’andamento del dato congiuntamente ai servizi di trasporto. In rapporto al PIL la quota delle esportazioni nette è stata del 3,5%.

Congiuntamente alla crescita economica l’Ufficio di statistica rileva infine un aumento della produttività per unità di personale occupata del 2,6% ed un incremento del costo unitario del lavoro del 6% a causa della costante pressione salariale.


Ambasciata d'Italia - Tallinn
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ESTONIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ESTONIA

AMBASCIATA TALLINN