30/01/2019 - MAROCCO. RISULTATI BILANCIA COMMERCIALE 2018. CRESCONO LE ESPORTAZIONI MA AUMENTA ANCHE IL DEFICIT.

MAROCCO. RISULTATI BILANCIA COMMERCIALE 2018. CRESCONO LE ESPORTAZIONI MA AUMENTA ANCHE IL DEFICIT.

Secondo dati recentemente pubblicati dall'Office des Changes, il 2018 e' terminato, per il Marocco, con un aumento delle esportazioni pari al 10,2% che tuttavia non e' stato sufficiente a colmare un deficit commerciale di 204,5 miliardi di DH (circa 18 miliardi di euro) in crescita dell'8% rispetto all'anno precedente: una dinamica imputabile alla debole crescita del valore aggiunto dell'offerta di esportazioni e alla pesante fattura energetica del Paese. 

In questo quadro, due settori rappresentano un'eccezione, quello dei fosfati e derivati (+17%) e quello automobilistico (+10,7%), che insieme costituiscono il 42,5% delle esportazioni del Marocco, un trend che si prevede acquisira' maggiore rilevanza nel medio periodo con la messa in funzione della fabbrica di PSA di Kenitra.
Per quanto riguarda il settore dei fosfati, oltre ai risultati ottenuti dall'ampliamento della gamma di prodotti realizzati, il gruppo OCP (Office Cherifien des Phosphates) ha tratto profitto dalla ripresa dei corsi internazionali di fertilizzanti, potendo realizzare un fatturato di 51,7 miliardi di DH (circa 4,6 miliardi di euro) nel 2018. Nel settore automobilistico, il fatturato globale ha raggiunto i 65 miliardi di DH (5,9 miliardi di euro). Renault Maroc ha superato la soglia delle 400.000 unita' prodotte, grazie al ruolo svolto dal sito industriale di Tangeri, che rappresenta oggi il 10% della sua produzione mondiale. Anche il comparto del cablaggio e' in crescita  (+7,9%), con un fatturato pari a 23 miliardi di DH (circa 2 miliardi di euro).

In aggiunta, il settore agricolo e quello agroalimentare restano dei punti di riferimento sicuri per le esportazioni marocchine. In particolare, le attivita' agicole ed affini hanno registrato un aumento del 15% della produzione. Il settore tessile e del pellame ha avuto una crescita del fatturato del 4,2%, nonostante la crescente concorrenza di Paesi asiatici come Bangladesh ed Indonesia, grazie ad una dimostrata capacita' di adattamento in particolare nell'ambito della produzione di abbigliamento confezionato, maglieria e calzature. 

Le importazioni, in crescita del 9,3%, riguardano principalmente l'acquisizione di materie prime, di beni strumentali e dei prodotti di consumo; nei primi due casi, l'impossibilita' di ridurre gli acquisti determina un costante squilibrio della bilancia commerciale. In particolare, la domanda di petrolio e' aumentata del 18,4%, mentre quella dei beni strumentali e dei semilavorati rispettivamente di 9,4% e 3,6%.

Inoltre, per quanto riguarda gli Investimenti Diretti Esteri, si e' registrata una crescita del 28,6% nel 2018, per un valore di 33,4 miliardi di DH (circa 3 miliardi di euro). 

Sempre nell'ambito delle dinamiche relative alla bilancia commerciale, si segnala infine che le entrate provenienti dai Marocchini Residenti all'Estero (MRE) sono in diminuzione (-1,8%), come anche le entrate dal turismo (-0,9%).


Ambasciata d'Italia a Rabat
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché MAROCCO Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in MAROCCO

CONSOLATO GENERALE CASABLANCA (Casablanca)AMBASCIATA RABAT