30/01/2019 - POLITICA CLIMATICA. UN NUOVO RICONOSCIMENTO PER IL MAROCCO.

POLITICA CLIMATICA. UN NUOVO RICONOSCIMENTO PER IL MAROCCO.

Secondo il rapporto del Climate Change Performance Index (CCPI) 2019 pubblicato recentemente, il Marocco si colloca al secondo posto su 56 Paesi e l'Unione Europea per le sue politiche ambientali. Il CCPI viene stilato annualmente da Germanwatch e NewClimate Institute (due think thank tedeschi) insieme al Climate Action Network (libanese) ed esamina quattro categorie principali di indicatori: emissioni di gas serra, produzione di energia rinnovabile, consumo di energia e politica ambientale.

I risultati positivi riconosciuti  dal CCPI al Marocco spiccano ancora di piu' se confrontati con quelli di altri Stati in Medio Oriente ed Africa, come ad esempio con quelli dell'Egitto (24esimo posto), dell'Algeria (47esimo posto) e del Sud Africa (39esimo posto).

Le ottime prestazioni del Marocco sono dovute principalmente a due fattori. Da un lato, si e' registrato un aumento della produzione e dell'utilizzo di energia da fonti rinnovabili durante gli ultimi 5 anni. Come spiega Nezha El Ouafi, Segretario di Stato delegato allo Sviluppo Sostenibile, il raggiungimento di questi ambiziosi risultati e' stato possibile grazie al lancio di progetti come la costruzione e la messa in funzione del complesso NOOR di Ouarzazate, la piu' grande centrale solare del continente africano, e di nuove centrali eoliche per la produzione di energia elettrica. Dall'altro lato, si evidenzia una diminuzione del livello di emissioni di gas serra, in linea con l'ambiziosa quota limite decisa a livello nazionale. La El Ouafi ha ricordato in proposito che l'obiettivo del Paese e' quello di raggiungere una riduzione delle emissioni del 42% entro il 2030.  

Unico dato negativo sollevato dal report e' il ritardo riscontrato nell'attuazione delle politiche nazionali relative, in generale, allo sviluppo sostenibile. Viene d'altra parte rilevato un apprezzato processo di consultazione in corso finalizzato alla messa a punto di una strategia di lungo termine per il 2050. 

Con l'occasione, nell'ambito di una conferenza stampa, il Segretario di Stato ha presentato le priorita' per il 2019, evidenziando l'obiettivo generale del Marocco di proporsi come Paese leader nella lotta al cambiamento climatico anche nei confronti dei Paesi sviluppati. Le principali, future iniziative della politica climatica marocchina prevedono la completa attuazione della sopracitata SNDD e l'avvio del "Piano climatico del Marocco" e del "Piano nazionale per il litorale", di pari passo con il rafforzamento delle cooperazione con gli altri Paesi africani tramite il Centro "4C Maroc" ("Centre de Competences Changement Climatique du Maroc'), una piattaforma di ricerca e sviluppo finalizzata al rafforzamento delle compentenze nazionali e regionali in materia di cambiamento climatico.


Ambasciata d'Italia a Rabat
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché MAROCCO Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in MAROCCO

CONSOLATO GENERALE CASABLANCA (Casablanca)AMBASCIATA RABAT