17/08/2018 - La Slovacchia impone la sede fiscale a Booking.com e altri servizi digitali

La Slovacchia impone la sede fiscale a Booking.com e altri servizi digitali

Con la legge approvata pochi mesi fa dal Parlamento slovacco, le piattaforme digitali straniere come Airbnb o Booking.com, che mediano la compravendita online di servizi di trasporto, alloggio e altro in Slovacchia, sono obbligate dal gennaio di quest’anno a registrare una sede in Slovacchia allo scopo di pagarvi le imposte sul reddito. Questa normativa, che vuole sancire il principio che le operazioni eseguite in Slovacchia devono essere tassate in questo Stato, ha reso Bratislava pioniera nel tentativo di tassare società straniere dell’economia digitale.

Al momento però una sola società, il gruppo ceco TPF, si è registrata. L’autorità fiscale nazionale ha quindi iniziato a registrare le sedi fiscali “ex officio”.

L’associazione slovacca dei consulenti fiscali sostiene che senza un coordinamento di Bratislava con altri Paesi, l’operazione comporterà una doppia tassazione e dunque una violazione dei trattati sulla doppia imposizione, ciò che potrebbe portare a lunghi contenziosi.


Ambasciata d'Italia - 17 agosto 2018
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SLOVACCHIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SLOVACCHIA

AMBASCIATA BRATISLAVA