01/06/2018 - INVESTIMENTI DI AZIENDE MULTINAZIONALI IN UNGHERIA (PRIMAVERA 2018)

INVESTIMENTI DI AZIENDE MULTINAZIONALI IN UNGHERIA (PRIMAVERA 2018)

BUDAPEST, 31/5/2018

L’Euronics, rivenditore di apparecchi elettronici, ha aperto un nuovo magazzino di 1200 metri quadrati a Zalaegerszeg, con un investimento di 290 milioni di fiorini (900mila euro).

La Wamsler, produttore di forni, investe 3,6 miliardi di fiorini (12 milioni di euro) nella costruzione di uno stabilimento di 5400 metri quadrati a Salgótarján.

Kontaset, società ungherese di elettronica, con il suo partner cinese T&S Communications, ha posato la pietra di fondazione del suo impianto a Cserkeszőlő, nella contea Jász-Nagykun-Szolnok. Alla realizzazione dell’impianto di produzione di connettori e cavi ottici è stato destinato un budget del valore di 1,2 miliardi di fiorini (4 milioni di euro), in parte finanziato da fondi europei.

La giapponese Torai espande la propria fabbrica di materiali in fibra di carbonio, lo stesso utilizzato anche per la produzione di componenti per le pale eoliche. La società spiega l’espansione delle proprie capacità produttive con l’aumento della richiesta per le energie rinnovabili.

A Székesfehérvár è stata posata la prima pietra del nuovo impianto di produzione dell’americana Arconic, società specializzata nell’ingegneria e nella produzione di metalli leggeri. Nella nuova struttura, da realizzare con un investimento di 35 miliardi di fiorini (114 milioni di euro), verranno prodotte ruote in alluminio. La società americana è presente in Ungheria dal 1993 e ha investito 550 milioni di dollari nel Paese.

L’Erbslöh Hungária, azienda impegnata nella produzione e nel trattamento termico di profili in alluminio e nello stampaggio ad iniezione di parti plastiche, diventerà il centro di produzione regionale della società tedesca grazie a un investimento di 14 miliardi di fiorini (45 milioni di euro). La nuova struttura di 1500 metri quadrati, in costruzione a Győr, applicherà un nuovo trattamento di superficie.

La svizzera Stadler, costruttore di materiale rotabile ferroviario, raddoppia le sua capacità di produzione a Szolnok, investendo 10 miliardi di fiorini (32 milioni di euro) nella costruzione di nuovi stabilimenti di produzione e nell’acquisto di nuove macchine.

Hankook, produttore sudcoreano di pneumatici, ha annunciato l’espansione della sua fabbrica di produzione in Ungheria. La costruzione inizierà nel giugno del 2018 e la produzione potrebbe iniziare fra 2 anni. L’investimento, dal valore di 290 milioni di dollari, serve a soddisfare l’aumento di domanda in Europa.

L’unità ungherese dell’americana National Instruments, produttore di hardware, ha posato la pietra di fondazione del suo nuovo impianto di produzione a Debrecen, del valore di 5,5 miliardi di fiorini (18 milioni di euro). La nuova struttura sarà operativa a partire dal 2019.

L’americana CooperVision, produttore di lenti a contatto, espanderà la sua capacità produttiva a Gyál con un investimento di 8 miliardi di fiorini (oltre 25 milioni di euro), creando 400 posti di lavoro.

E.On investe 900 milioni di fiorini (3 milioni di euro) nella ricostruzione della rete di elettricità e del gas nella contea di Zala.


ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché UNGHERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in UNGHERIA

AMBASCIATA BUDAPEST