22/01/2018 - Ottime opportunità di investimento nella Regione del Kansai per gli imprenditori stranieri

Ottime opportunità di investimento nella Regione del Kansai per gli imprenditori stranieri

Nel positivo scenario di crescita dell’economia giapponese, la Regione del Kansai attira investimenti dall’estero offrendo agli imprenditori stranieri incentivi e sgravi fiscali. Il PIL regionale, che corrisponde a circa il 18% di quello nazionale, registra un costante incremento dal 2011, in base ai dati forniti dal Ministero giapponese per l'Economia ed il Commercio. La sola regione del Kansai, vanta un PIL superiore a quello della Turchia, che si collocherebbe al 18 posto se la regione venisse considerata con uno Stato autonomo.

Da parte delle Autorità del Kansai, anche al fine di promuovere ulteriormente la candidatura della città di Osaka ad ospitare EXPO 2025, si conferma la volontà di divenire un centro di attrazione per gli investimenti sia a livello nazionale che internazionale, offrendo da subito una vasta gamma di incentivi agli investitori stranieri. L’intera area vanta inoltre ottimi collegamenti internazionali, infrastrutture, università e riconosciuti centri di ricerca di eccellenza, che grazie alle collaborazioni attive con gli imprenditori e gli operatori economici locali, rendono vincente la sinergia dell'industria locale con il settore accademico e di ricerca, rendendo particolarmente interessanti le opportunità di investimento. Il Kansai, con 21 milioni di abitanti distribuiti su una superficie di 31.542 Kmq, è servito da 1260 voli settimanali, inclusi i vettori commerciali, con porti sono molto attivi, in particolare quello di Kobe, punto di riferimento per le rotte commerciali dell'Estremo oriente.

Settori particolarmente attivi sono quello dei prodotti chimici e farmaceutici a cui si aggiungono quelli dell'elettronica, dell'acciaio, della produzione della plastica e dei macchinari elettrici ed industriali. Vi sono tuttavia diverse aree ove un gran numero di piccole e medie imprese spiccano per vitalità ed efficienza produttiva. Tra queste, ad esempio, quelle impegnate nei settori dell'ottica, degli strumenti medici di precisione e dei materiali per la costruzione e manutenzione di collegamenti ferroviari ad alta velocità.

Un numero significativo di marchi noti in tutto il mondo (fra gli altri: Nintendo, Sharp, Daihatsu, Omron, Nissin, Kyocera, Asics, Panasonic, Suntory distributore di bevande Daikin impianti di aria condizionata) hanno la loro sede nel Kansai. Il governo locale ha saputo ben sfruttare quest'aspetto, favorendo un sistema di turismo industriale che si è particolarmente sviluppato negli ultimi anni, e che prevede corsi e stage presso industrie e centri di ricerca con visitatori provenienti sia dalle altre regioni del Giappone che dall'estero.

A tale scopo e col sostegno delle autorità locali, è stato costituito un Ente denominato Consiglio per gli Investimenti nel Kansai (Kansai Investment Council) di cui fanno parte la Federazione Economica del Kansai, la Federazione delle Camere di Commercio ed Industria dell'area del Kansai, e l'Ufficio Regionale per l'Economia, il Commercio e l'Industria. Tra le sue funzioni, l'ente fornisce consulenza ad imprese straniere che vogliano investire nella regione, incluse le stime di costi per apertura di attività e le informazioni sulla legislazione locale, ma arriva anche ad offrire utili servizi quali l'offerta di infrastrutture temporanee (stanze per riunioni, spazi per Ufficio, etc.) contribuendo inoltre al reclutamento del personale. Su richiesta sono disponibili una vasta gamma di consulenze e informazioni che comprendono il mercato immobiliare, i servizi di interpretariato, le normative fiscali, e le ricerche nei differenti settori di interesse.

A livello settoriale, nelle rispettive città, tali servizi sono anche offerti dall' 'Osaka Business and Investment Centre' e dal 'Kyoto Foreign Investment Promotion Committee'. Le statistiche fornite dalla dogana nella regione del Kansai mostrano un notevole aumento, rispetto agli anni passati, del volume delle merci in ingresso dall'estero che riguarda anche le importazioni di prodotti italiani. Dall'Italia entrano nella regione soprattutto prodotti del settore dell'agroalimentare, macchinari industriali, sostanze e preparati chimici (in particolare fertilizzanti e preparati per l'industria farmaceutica). L’interscambio commerciale con il nostro Paese - caratterizzato dal 2011 da un ininterrotto saldo positivo per l’Italia - sembra destinato ad aumentare ulteriormente, sia per gli stimoli messi in atto dalle politiche fiscali espansive dell'attuale Amministrazione, sia nella prospettiva di una più ampia liberalizzazione commerciale in vista dell
Consolato d'Italia ad Osaka
^Elenco highlights^

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché GIAPPONE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia