09/10/2017 - Bahrein - business environment e conti pubblici

Bahrein - business environment e conti pubblici

Il Bahrein ha scalato quattro posizioni nel Global Competitiveness Index elaborato dal World Economic Forum (edizione 2017-2018), salendo al 44esimo posto a livello globale ed al quarto nel mondo arabo, preceduto solo da EAU, Qatar e Arabia Saudita. A determinare la performance positiva sono state soprattutto le riforme adottate per liberalizzare ulteriormente l’economia (attualmente solo il 2% del business e’ riservato ai bahreiniti, mentre per il restante 98% e’ possibile la proprieta’ straniera al 100%) e per facilitare gli investimenti e le start-up (incubatori, dematerializzazione, sportelli unici etc.), nonche’ l’attenzione all’istruzione ed all’innovazione. A conferma di tale trend, nell’ultimo biennio il numero di imprese registrate dalle autorita’ e’ cresciuto del 160% e si sono registrati importanti investimenti esteri. E’ il caso, per citare il più recente, di Amazon Web Services, che ha avviato nei giorni scorsi la creazione di un hub regionale a Manama per il “data storage” dedicato all’area MENA e all’Africa.

 

Nel contempo, Moody’s ha annunciato il declassamento del rating a lungo termine del Bahrein da Ba2 a B1. Ciò, in ragione del perdurante squilibrio dei conti pubblici (il deficit ha superato il 15% del PIL, mentre il debito ha toccato il 73% del PIL) e della necessita’ di una piu’ chiara strategia di consolidamento fiscale. L’Introduzione IVA nel 2018 potrebbe migliorare il quadro, ma manca ancora chiarezza su tempi e modalità di tale riforma. Migliori i risultati sul fronte dell’inflazione e della disoccupazione, contenute, rispettivamente, di poco sotto il 3% e il 4%.

 

Su questo sfondo, i tassi di crescita permangono comunque positivi (il 3% nel 2016, mentre per il 2017 si stima un +2,4%), grazie soprattutto alla buona performance dei servizi finanziari e del turismo (passato dal 3 al 6% del PIL) ed alle iniezioni di fondi di altri Paesi del GCC, che hanno alimentato progetti infrastrutturali. I programmi di investimento nei settori della raffinazione del petrolio e della produzione di alluminio, che dovrebbero innalzare sensibilmente le capacita’ produttive del Paese, dovrebbero consentire di mantenere e superare simili tassi di crescita nei prossimi anni.


Ambasciata d'Italia a Manama
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BAHREIN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in BAHREIN

AMBASCIATA MANAMA