12/09/2017 - Piano di costruzione di porti e retroporti (dry port) per facilitare la movimentazione delle merci in transito

Piano di costruzione di porti e retroporti (dry port) per facilitare la movimentazione delle merci in transito

L'Autorità portuale della Tanzania (TPA) ha deciso di elaborare un piano master per la creazione di porti retroportuali in regioni strategiche per facilitare lo smaltimento e la spedizione di merci in transito verso i Paesi limitrofi. Le aree prescelte sono quelle di Ruvu-Vigwaza nella regione costiera, Arusha, Mwanza e Mtwara. Altri ICD (Inland Container Depot)  che, secondo l'ingegnere Kakoko, direttore generale della TPA (Tanzania Port Authority) dovrebbero essere necessari a ristrutturazione e/o costruzione includono quello di Ihumwa nella regione di Dodoma, Isaka nella regione di Shinyanga e Inala nella regione di Mbeya.

Il Governo, per le fasi I e II della costruzione del porto retroportuale di Ruvu-Vigwaza, avrebbe stanziato  9 miliardi scellini. L'ICD (Inland Container Deport) ha  previsto di  iniziare i lavori a gennaio prossimo e, a fine lavori, sarà in grado di contenere contemporaneamente 1 milione di contenitori. Il porto retroportuale aiuterà a decongestionare il traffico della città di Dar es Salaam.

Per Arusha, il nuovo progetto per contenitori all’interno dell’Inland Container Deport facilitirá la spedizione di merci che entrano nel paese attraverso il porto di Tanga.

Il capo della TPA ha affermato inoltre di aver avviato dei negoziati con la Tanzania Railway Limited (TRL) con il fine di rilanciare il tratto ferroviario Tanga-Arusha per facilitare la spedizione di merci containerizzati dal porto di Tanga al porto retroportuale di Arusha.

Anche il porto di Mwanza North nella regione di Mwanza è un luogo strategico in cui la TPA avrebbe anche gettato il suo peso per assicurare l’accoglienza di grandi quantità di merci. Il piano consiste nellla spedizione di merci in Uganda, in Burundi, in Ruanda e in altre zone limitrofe (lago Victoria). Strategicamente, l'espansione del Mwanza North Port in Uganda richiederà l'espansione di Port Bell in Uganda per la ricezione delle merci. Il Port Bell ha un collegamento ferroviario e un molo di traghetti per trasporto ferroviario utilizzato per l'attraversamento del lago Victoria e per raggiungere Tanzania e Kenya.

Circa tre mesi fa, la TPA ha firmato un contratto di 36 mesi con La China Harbor Engineering Company Limited per l'ammodernamento di sette ancoraggi nel Porto della capitale per consentire a Dar es Salaam di ricevere grandi navi di carico e competere con altri porti lungo la costa dell'Oceano Indiano.

Dar es Salaam Port gestisce carichi da e per il Ruanda, Burundi, Congo, Zambia, Malawi, Uganda e Zimbabwe. Attualmente è in forte concorrenza con i porti di Mombasa nella regione dell'Africa orientale, Beira in Mozambico e Durban in Sudafrica.


Ambasciata d'Italia Dar es Salaam
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché TANZANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in TANZANIA

AMBASCIATA DAR-ES-SALAAM