18/07/2018 - Rilancio del settore dell'agricoltura e dell'agro-industria

Rilancio del settore dell'agricoltura e dell'agro-industria

Il Governo Federale ha presentato un piano di sviluppo dell'agricoltura e dell'agro-industria al fine di ridare vita ad un settore che era, decenni fa, fortemente produttivo, e di ridurre conseguentemente le attuali forti importazioni di generi alimentari e creare posti di lavoro nell'ambito anche del programma di lotta alla poverta'.
Secondo dati governativi, negli anni '60 la Nigeria era uno dei principali produttori ed esportatori dei seguenti prodotti agricoli: olio di palma, cacao, arachidi e cotone. Dalla Nigeria originavano il 42% di tutte le esportazioni mondiali di arachidi, il 27% di quelle di olio di palma ed il 18% di quelle del cacao. La produzione dei prodotti agricoli sopra menzionati e' oggi assolutamente modesta. La Nigeria non ha saputo nel tempo mantenere un ritmo di sviluppo del settore e non ha potuto sostenere la concorrenza dei mercati di altri Paesi: oggi le esportazioni di arachidi originano principalmente dalla Cina, dagli Stati Uniti e dall'Argentina; quelle di olio di palma dalla Malesia; quelle del cacao dall'Indonesia e dalla Costa d'Avorio; quelle del cotone da Mali e Burkina Faso. La causa di tale depauperamento dell'agricoltura e' generalmente imputata allo sviluppo del settore degli idrocarburi avviato negli anni '60. Attualmente la produzione agricola non e' sufficiente per il fabbisogno del mercato interno, con conseguente necessita' di dover importare anche i prodotti alimentari di base. Dati forniti dalla Banca Centrale della Nigeria e da notizie apparse sulla stampa locale segnalano che il Paese spende per le prime cinque voci delle importazioni di generi alimentari quanto segue: 2,2 miliardi di dollari l’anno per l’importazione di riso; 65.5 milioni di dollari per l’importazione di farina, zucchero e pesce. Le importazioni di prodotti alimentari sono aumentate negli ultimi tempi ad un ritmo superiore all'11% annuo. Il Governo federale nigeriano ha annunciato un programma di aiuti al settore volto a creare nuovi posti di lavoro, fino ad impiegare un totale di circa 4.5 milioni di persone. Il Governo Federale dal 2012 ha istituito fondo ad hoc di oltre 30 miliardi di Naira (225 milioni di dollari circa). Tale fondo in parte utilizzato, prevede la concessione, tramite alcune delle principali banche locali, di prestiti agli agricoltori per acquisto di macchinari, fertilizzanti e sementi. Nel 2013 la “Niger Delta Development Commission” (NDDC) ha finalizzato accordi per acquisti di macchinari altamente tecnologici. Con gli USA, per la produzione in loco di circa 300mila trattori del valore oltre 60 milioni di dollari. Con Israele la NDDC ha iniziato collaborazioni nel settore formazione e modernizzazione delle produzioni locali, ancora basate su sistemi antiquati.  Tra le altre iniziative che il piano di sviluppo agricolo prevede vi sono la creazione di una 'staple crop processing zone' con connessi incentivi fiscali per chi vi investe, esenzioni doganali per le importazioni di macchinari agricoli e per l'industria agro-alimentare, innalzamento degli attuali tassi delle 'import levy' per riso (ora al 30%), zucchero non raffinato (ora 5%) e farinacei (ora 10%) allo scopo di incentivare la produzione locale.

Notevoli, quindi, sono le possibilita’ nel settore per le aziende italiane interessate a sviluppare forme di produzione e commercializzazione in Nigeria di prodotti agricoli e di tecnologie e macchinari per l’agro-industria.

 


Ambasciata d'Italia in Abuja
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché NIGERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in NIGERIA

AMBASCIATA ABUJACONSOLATO GENERALE LAGOS