16/03/2017 - SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI, NAVALI E FERROVIARIE

SVILUPPO DELLE INFRASTRUTTURE STRADALI, NAVALI E FERROVIARIE

Stradali

Nei prossimi anni saranno destinati 1300 miliardi di fiorini (pari a ca. 4,2 miliardi di euro) per lo sviluppo della rete stradale in Ungheria. Soltanto per il 2017 saranno stanziati 140 miliardi di fiorini (pari a ca.  452 milioni di euro), quasi il doppio del budget predisposto lo scorso anno. I lavori saranno finanziati da fondi nazionali ed europei (mediante il Programma Operativo Regionale – TOP) e prevedono il rinnovo di 1200 km di strade.

Nell’ambito della strategia per lo sviluppo stradale, l’anno scorso è stato stanziato un budget del valore di 2.470 miliardi di fiorini (8 miliardi di euro) per l’ampliamento della rete stradale, con 900 km di strade nuove entro il 2022. Il lavori sono stati già avviati e prevedono, fra l’altro, la costruzione dei tratti Hatvan-Salgótarján, Miskolc-confine slovacco (M30) e del collegamento autostradale della M7 con Kaposvár.

Navali

Grazie ai fondi comunitari, dal valore complesso di 49 miliardi di fiorini (CEF, IKOP – Programma Operativo per lo Sviluppo Integrale dei Trasporti) saranno realizzati numerosi investimenti per lo sviluppo della navigazione in Ungheria. Saranno inoltre destinati 7 miliardi di fiorini (22,6 milioni di euro) per lo sviluppo dei porti del Lago Balaton e per la fornitura e il rinnovo del parco navale.

Ferroviarie

Secondo quanto comunicato dal Ministero per lo Sviluppo Nazionale, l’importo totale per lo sviluppo ferroviario nei prossimi anni supera i 1.500 miliardi di fiorini (4,8 miliardi di euro). I finanziamenti sono nazionali, europei e cinesi. Progetti come l’ammodernamento delle linee Budapest-Esztegom, Püspökladány-Debrecen e Szántód-Balatonszentgyörgy, la realizzazione del collegamento tram-treno tra Szeged e Hódmezővásárhely, il rinnovo delle stazioni del lago Balaton, la creazione del nodo intermodale di Debrecen e la costruzione del collegamento ferroviario (in parte sotterraneo) dell’aeroporto Liszt Ferenc, saranno realizzati nell’ambito del Programma Operativo per lo Sviluppo Integrale dei Trasporti. La linea ferroviaria Budapest-Belgrado invece sarà realizzata attraverso un credito cinese di 500 miliardi di fiorini (1,6 miliardi di euro).

Nuovi progetti

L’Ungheria ha presentato a Bruxelles 17 progetti per lo sviluppo dei trasporti per ottenere finanziamenti attraverso il “Meccanismo per Connettere Europa” (CEF – Connecting Europe Facility).  I principali progetti sono:

  • Rinnovo dei binari ferroviari e costruzione di nuovi binari del tratto Békéscsaba-Lőkösháza – 324 milioni di euro;
  • Installazione di strumenti ETCS L2 B3 su locomotive – 12,8 milioni du euro;
  • Creazione di una rete di ricarica elettrica veloce (progetto congiunto del Gruppo MOL e E.ON) – 5,4 milioni di euro;
  • C-Roads Hungary (ampliamento della rete di dati stradale) + CROCODILE 3 (ampliamento e dei sistemi di gestione centrale del traffico, creazione e sviluppo di database e node) – 5,2 milioni di euro;
  • Sistema d’informazione integrato dei porti – 1,2 milioni di euro;
  • Sviluppo del Porto di Csepel e del trasporto di merci su via navigabile a Budapest e dintorni – 1,3 milioni di euro;
  • Progetti legati al controllo del traffico aereo – 1,2 milioni di euro.

ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché UNGHERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in UNGHERIA

AMBASCIATA BUDAPEST