Indici di Apertura al commercio internazionale - Global Enabling Trade Index (ISRAELE)

20102012
Val
(0 - 7)
Pos.
132 paesi
Val
(0 - 7)
Pos.
132 paesi
ETI4,7264,828
Sub indici
Accesso al mercato (25%)4,5434,343
Accesso al mercato interno ed esterno (100%)4,5434,343
Amministrazione doganale (25%)4,7335,322
Efficienza dell'amministrazione doganale (33%)4,7305,125
Efficienza delle procedure di import e export (33%)5,7155,811
Trasparenza dell'amministrazione di frontiera (33%)5,126526
Infrastrutture di trasporto e di comunicazione (25%)4,7304,928
Disponibilita e qualita delle infrastrutture di trasporto (33%)4,938532
Disponibilita e qualita dei servizi di trasporto (33%)4494,141
Disponibilita ed utilizzo dell'ICT (33%)5,1215,617
Contesto business (25%)4,5534,644
Regolamentazione (50%)4,4384,529
Sicurezza (50%)4,7754,775
Fonte:
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati "World Economic Forum – Enabling Trade Index"
Note:
La percentuale tra parentesi indica il peso della voce nella composizione dell’indice / sub indice.
Ultimo aggiornamento: 07/12/2015^Top^
20102012
Valore (%)Valore (%)
Peso % del commercio sul PIL50,4553,68
Fonte:
fonte:EIU Country Data
Ultimo aggiornamento: 07/12/2015^Top^

OSSERVAZIONI

Nella Classifica ETI del 2014, Israele occupa il 32° posto a livello globale. Israele favorisce gli investimenti stranieri nel Paese grazie a norme e leggi volte ad incoraggiare la crescita economica, offrendo anche incentivi ai potenziali investitori locali e stranieri.  Le dogane israeliane sono considerate relativamente efficienti rispetto a quelle di altri Paesi della regione, per questo Israele si posiziona al 29° posto per quanto riguarda l’efficienza e la trasparenza delle frontiere doganali. Nel 2014 gli investimenti diretti esteri in Israele sono cresciuti anche grazie alla politica di privatizzazioni. Nel 2014 le esportazioni di beni e servizi, escludendo le start-up, sono cresciute del 3%. Le esportazioni agricole sono diminuite dell’8% mentre quelle industriali sono aumentate dell’1.5%. Nel 2014, il commercio verso l’Unione Europea, gli Stati Uniti e l’Asia è rimasto inalterato rispetto al 2013 anche se ci sono stati casi particolari come Olanda e Francia in cui l’export è aumentato rispettivamente del 19% e 6% mentre è diminuito in Spagna del 16% e in Italia del 6%.

La crescente apertura del mercato si affianca ad una diffusa cultura di impresa ed una grande capacità di innovazione. Israele detiene il numero più alto al mondo di brevetti ed è soprannominata la "start-up nation".

Il commercio potrebbe essere ulteriormente stimolato dalla presenza di una maggiore efficienza dei servizi di trasporto che sono in una fase di rimodernizzazione. 

Ultimo aggiornamento: 07/12/2015^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ISRAELE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ISRAELE

AMBASCIATA TEL AVIV