Cosa vendere


Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)

Il comparto della moda che comprende tessile, abbigliamento, calzature e pelletteria ha registrato nel periodo 2014-2016 una crescita costante delle esportazioni attestandosi nel 2016 in 25,7 milioni di Euro. I dati relativi al primo semestre 2017 mostrano export di settore per 13,5 mioni di Euro, in crescita del 3,8% rispetto al primo semestre 2016. Notiamo una grande presenza delle boutique dei marchi di lusso internazionalmente noti. Nel mercato della moda e in generale dei prodotti rivolti alla persona (quindi abbigliamento uomo/donna/bambino, accessori, occhialeria, borse e calzature, pelletteria, cosmetica e accessori legati ad oggetti “cult” quali auto di lusso, borse da viaggio, smartphone, etc.), vi e' ancora molto spazio per l'introduzione di nuovi prodotti purche' questi siano legati a marchi noti e/o di alta gamma. La fascia media risulta invece di difficile penetrazione in quanto i negozi plurimarca sono pochi e il mercato e' in mano alle grandi catene internazionali della moda monomarca. Si riscontra anche uno spazio nel settore dell'abbigliamento sartoriale ma e' rivolto unicamente ad atelier di fama internazionale ed usato molto in occasione delle cerimonie matrimoniali.  


Principali aziende del settore

--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --


Mobili

Il mercato dell'arredamento presenta nel periodo 2014-2016 un andamento in diminuzione. Il volume di esportazioni nel 2016 e' stato di 13,4 milioni di Euro. Da notare una promettente inversione di tendenza nei primi sei mei del 2017 con 8,3 milioni di Euro (+42,4% rispetto allo stesso periodo del 216). L'export italiano trova sbocco sia nell'ambito della distribuzione al dettaglio che in quello dei grandi progetti del Contract.


Principali aziende del settore

--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --
--
Sito Internet: --
Contatti: --


Costruzioni

Il comparto dei materiali di costruzione ha subito nel 2015 una consistente contrazione delle esportazioni (-33,6%) dovuta alla riduzione del numero di progetti infrastrutturali del Paese. Nel 2016 si e' assistito ad una ripresa delle esportazioni che hanno raggiunto un valore di 42,4 milioni di Euro. I materiali riguardano in prevalenza prodotti minerari, della metallurgia e del metallo (tubi), della gomma e del legno. I dati congiunturali relativi al primo semestre 2017 mostrano export di settore per 14,7 milioni di Euro (-51,5% rispetto allo stesso periodo del 2016). I numerosi progetti ora previsti, anche nel settore turistico, dischiudono interessanti prospettive. 



Macchinari e apparecchiature

ll comparto della meccanica rappresenta la prima voce di export dell'Italia verso il Bahrein ed e' rivolta ai settori dell'Oil&Gas e delle costruzioni. Nel periodo 2015-2016 le nostre esportazioni hanno un andamento pressoche' costante intorno ai 50 milioni di Euro. Ottimi i dati del primo semestre 2017 con 34,4 milioni di Euro (+30,1%).

  



Prodotti alimentari

Il comparto agroalimentare e bevande ha registrato nel periodo 2014-2016 una crescita costante delle esportazioni attestandosi nel 2016 a 16,8 milioni di Euro. E i dati del primo semestre 2017 sono ancor ppiu' incoraggianti con 11,5 milioni di Euro (+59,7% rispetto allo stesso periodo del 2016).

Il settore dell'agroalimentare presenta quindi un ottimo ritmo di crescita anche se con alcune restrizioni (sono totalmente escluse le carni suine e tutte le carni devono essere preparate secondo determinate procedure che rispettino gli standard HALAL). Molti prodotti alimentari e anche cosmetici sono soggetti al rispetto degli standard HALAL e alla presentazione di appositi certificati. Il mercato delle bevande e' limitato considerato che il consumo degli alcolici e' autorizzato solo in pochi ristoranti e locali all'interno di alcuni alberghi. I prodotti alcolici sono importati e distribuiti da un numero limitato di importatori autorizzati con propri negozi e solo per residenti stranieri. Vedi elenco qui di seguito: 

1. African and Eastern https://www.africanandeastern.com/index.php?

2. National Hotel Services Co. WLL http://www.nhscbahrain.com/shop/index.php

3. BMMI Shops http://bmmishops.com/index.html

4. Gulf Brands International http://gulfbrandsinternational.com/about-us/

Il sistema distributivo dei prodotti alimentari e bevande in Bahrein e' gestito da grandi catene di supermercati ed ipermercati di proprieta' straniera quali Carrefour, Spinneys, Geant, Monoprix, Lulu, MegaMart. Le politiche di acquisto e di marketing delle suddette catene sono gestite, in gran parte, direttamente dalle filiali d'area situate in prevalenza negli E.A.U. e nelle rispettive holding dei gruppi. Vi sono alcune imprese che effettuano l'importazione dei prodotti alimentari e che riforniscono anche le catene dei supermercati internazionali.  



Ultimo aggiornamento: 09/04/2018^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BAHREIN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in BAHREIN

AMBASCIATA MANAMA