Bilancia commerciale (PAESI BASSI)

 

Osservazioni

Anche il 2016 si è chiuso con un interscambio commerciale complessivamente piuttosto dinamico, grazie alla ripresa registrata nelle economie dei principali partners commerciali europei, malgrado il rallentamento dell’economia mondiale.
Secondo i dati dell'Ufficio centrale di statistica (CBS), infatti, nel 2016 l’interscambio complessivo di beni con l'estero è stato pari a 815,16 mld di Euro, di cui 433,55 mld di export (+1,5% rispetto al 2015) e 381,61 mld di import (-0,4%), con un surplus pari a 51,94 mld di Euro (+17,9%), che conferma il paese ai primi posti nell’Unione Europea per avanzo commerciale rispetto al PIL.
L’UE si conferma il principale partner commerciale con un interscambio complessivo pari a circa 570,11 mld di Euro, di cui 335,73 mld di export e 234,38 mld di import ed un surplus pari a 101,35 mld.
Il commercio extra comunitario nello stesso anno ha registrato un interscambio complessivo pari a 298,45 mld di Euro, di cui esportazioni per 121,33 mld di Euro ed importazioni per 177,12 mld di Euro, con un disavanzo commerciale di 55,79 mld di Euro.
Nell'area extra UE, le esportazioni olandesi sono dirette principalmente verso l’Asia per l'11,9% del valore totale, l’America per il 7,2%, l’Africa per il 2,8% e l’Oceania per lo 0,7%. Analogamente, le importazioni olandesi provengono principalmente da Asia (23,7%) ed America (12,2%), seguono Africa ( 2,3%) ed Oceania (0,4%).
I principali Paesi clienti si confermano la Germania, con 98,26 mld Euro (-1% rispetto al 2015), seguita da Belgio (43,73 mld, -1,9%), Regno Unito (39,39 mld, +3,4%), e Francia (35,82 mld, +4,1%).
Tra i principali Paesi fornitori si conferma la Germania con 67,14 mld Euro (+1,9%), seguita da Belgio (37,94 mld, -0,5%), Cina (35,29 mld, +1,8%), Usa (32,33 mld, -0,8%) e Regno Unito (21,68 mld, +2,0%). L’Italia, nel 2016, ha guadagnato una posizione, passando dal 9° all’8° posto tra i paesi fornitori, con 9,32 mld di Euro di esportazioni (+3,6%) ed una quota di mercato del 2,4%.
Nella composizione merceologica delle esportazioni olandesi si confermano prioritari i settori dei macchinari e mezzi di trasporto, con una quota del 28,9% (+4,6%) ed un valore di 125 mld di Euro. Seguono i prodotti chimici, con una quota del 18,1% (-1,1%%), i prodotti alimentari e gli animali vivi , con una quota del 13,5% (+3,7%), e i combustibili minerali con una quota del 11,6% (-11,4%).
La composizione merceologica delle importazioni olandesi rispecchia quella delle esportazioni, a conferma del ruolo, ormai consolidato, di piattaforma logistica e di trasformazione dei Paesi Bassi. Il settore principale è quello dei macchinari e mezzi di trasporto, con una quota del 32,1% (+4%) ed un fatturato pari a 122 mld di Euro. Seguono, per importanza, i combustibili minerari con una quota del 14,4% (-14,8%), i prodotti chimici con una quota del 14,1% (-1,0%), i manufatti vari con una quota del 13,4% (+6,0%) e i prodotti alimentari con una quota del 10,2% (+1,8%).
Il settore meccanica e mezzi di trasporto registra un bilancio in attivo per 3 mld di Euro, con un aumento sia dell'export (+4,6%) che dell'import (+4,0%). Tale crescita riguarda prevalentemente, per le esportazioni, le macchine specializzate per uso industriale e per le importazioni, le attrezzature per telecomunicazioni e le macchine specializzate.
Il comparto della chimica registra un avanzo pari a 24,5 mld di Euro, come nel 2015, con un calo sia delle importazioni (-1,0%) che delle esportazioni (-1,1%).
Il comparto manifatturiero registra un bilancio in passivo per 2 mld di Euro ed un aumento considerevole sia delle importazioni (+6,0%) che delle esportazioni (+7,1%). Tra le importazioni si registra un incremento per i settori abbigliamento (+4,9%), arredamento (+7,9%) e calzature (+5,7%).
Infine, il settore agroalimentare (bevande escluse) registra un attivo di ca. 20 mld di Euro, cui contribuiscono i prodotti ortofrutticoli, quelli lattiero caseari e la carne e i suoi derivati.

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché PAESI BASSI Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in PAESI BASSI

AMBASCIATA L'AJA