Bilancia commerciale (BRASILE)

Export

Export201520162017Previsioni di crescita 2018Previsioni di crescita 2019
Totale172.365 mln. €166.569 mln. €nd mln. €nd %nd %
PRINCIPALI DESTINATARI
2015 (mln. €)2016 (mln. €)2017 (mln. €)
CINA32.149CINA31.599ndnd
USA21.702USA20.827ndnd
ARGENTINA11.545ARGENTINA12.068ndnd
Italia Position:102.947Italia Position:92.987Italia Position:ndnd
Merci (mln. €)201520162017
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura33.996  
Prodotti delle miniere e delle cave26.415  
Prodotti alimentari31.753  
Bevande132  
Tabacco118  
Prodotti tessili741  
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)123  
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili3.106  
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio2.074  
Carta e prodotti in carta6.967  
Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati5  
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio1.286  
Prodotti chimici8.392  
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici1.530  
Articoli in gomma e materie plastiche2.333  
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi1.877  
Prodotti della metallurgia15.472  
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature2.813  
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi1.372  
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche2.522  
Macchinari e apparecchiature7.928  
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi8.978  
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)7.968  
Mobili463  
Prodotti delle altre industrie manufatturiere701  
Altri prodotti e attività3.300  
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati EIU per la parte previsionale e OnuComtrade elaborati dall'Agenzia ICE, per i dati settoriali e i totali, nonché per i dati relativi ai principali partner.

 

Import

Import201520162017Previsioni di crescita 2018Previsioni di crescita 2019
Totale154.483 mln. €123.758 mln. €nd mln. €nd %nd %
PRINCIPALI FORNITORI
2015 (mln. €)2016 (mln. €)2017 (mln. €)
CINA27.687USA21.408ndnd
USA23.859CINA21.014ndnd
GERMANIA9.355GERMANIA8.212ndnd
Italia Posizione: 74.214Italia Posizione: 53.330Italia Posizione: ndnd
Merci (mln. €)201520162017
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura3.300  
Prodotti delle miniere e delle cave15.027  
Prodotti alimentari4.492  
Bevande863  
Tabacco14  
Prodotti tessili2.458  
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)2.201  
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili928  
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio139  
Carta e prodotti in carta1.223  
Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati4  
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio8.911  
Prodotti chimici26.588  
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici7.742  
Articoli in gomma e materie plastiche4.381  
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi1.414  
Prodotti della metallurgia6.655  
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature3.559  
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi17.201  
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche7.289  
Macchinari e apparecchiature16.505  
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi12.745  
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)7.506  
Mobili236  
Prodotti delle altre industrie manufatturiere2.662  
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)36  
Altri prodotti e attività402  
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati EIU per la parte previsionale e OnuComtrade elaborati dall'Agenzia ICE, per i dati settoriali e i totali, nonché per i dati relativi ai principali partner.

Osservazioni

Secondo i dati del ministero dello sviluppo economico, nel 2017 la bilancia commerciale brasiliana ha registrato un surplus record (67 mld USD, da 47,7 nel 2016), il più elevato da quando è stata creata l’attuale serie storica nel 1989. A differenza di quanto accaduto nel 2016, anno in cui l’ampliamento dell’avanzo commerciale era da attribuirsi soprattutto agli effetti contrattivi della crisi economica sulle importazioni, lo scorso anno il principale driver è stata la dinamica positiva delle esportazioni. Il valore in dollari dell’export brasiliano è cresciuto del 17,5%, riflettendo non solo l’aumento dei prezzi dei beni esportati ma anche quello dei volumi. Le importazioni in valore hanno invertito la tendenza recente, tornando a espandersi per la prima volta dopo tre anni (+9,6% nel 2017, da -20%). Gli analisti del settore privato prevedono che nel 2018 il surplus commerciale dovrebbe ridursi (a poco più di 50 mld), riflettendo il consolidamento della ripresa dell’attività economica. Nonostante il dinamismo del 2017, l’interscambio commerciale rimane complessivamente inferiore rispetto ai massimi del 2011 (-23,6%) sia per il calo delle importazioni da allora (-33,3% a 150,8 mld USD) sia per la contrazione dell’export (-15% a 217,7 mld).

Continua ad ampliarsi il surplus commerciale nei confronti della Cina (a 20,2 mld nel 2017, da 11,8), che si consolida nella posizione di principale mercato di sbocco per le merci brasiliane, in particolare le materie prime. Tra gli altri principali partner commerciali, è cresciuto l’avanzo nei confronti dell’Argentina (a 8,2 mld da 4,3) soprattutto per l’aumento dell’export di automobili e veicoli per trasporto merci (+45%), riflesso della ripresa in corso nel principale partner commerciale del Mercosur. Si registra nuovamente un surplus anche nei confronti degli Stati Uniti (2,0 mld da un deficit di 0,6) riflesso della buona dinamica delle esportazioni verso gli USA in particolare di petrolio (+136%) e di prodotti semilavorati in ferro e acciaio (+45%) che controbilanciano la contrazione nell’esportazione di aerei (-25%). Aumenta leggermente il surplus nei confronti dell’Unione Europea (a 2,8 mld da 2,3) nella quale la Germania, pur registrando un intercambio praticamente stabile, rimane il principale partner commerciale e quarto fornitore a livello mondiale del mercato brasiliano.

Anche i rapporti commerciali bilaterali con l’Italia registrano progressi nel 2017, in ragione della migliore congiuntura in entrambe le economie. L’intercambio commerciale è tornato a crescere (del 7% a 7,5 mld) dopo tre anni consecutivi di flessione. Nonostante la recente ripresa, esso è tuttavia del 35% inferiore rispetto al picco del 2011. Il surplus commerciale italiano è leggermente aumentato (397 mln, da 381), nonostante la dinamica più forte delle importazioni dal Brasile rispetto alle nostre esportazioni. Tra queste ultime si distacca comunque la significativa progressione dei prodotti farmaceutici italiani (+18,2%), motori (+44,6%) e nafta (+504,8%).

L’Italia rappresenta l’undicesimo mercato di sbocco per le merci brasiliane con una quota dell’1,6% sul totale (in calo rispetto all’1,8% di un anno fa) mentre è il settimo fornitore del Brasile (il secondo tra i paesi europei, dopo la Germania e prima della Francia, con una quota sul totale delle importazioni brasiliane del 2,6%, in calo rispetto al 2,7% di un anno fa). Le principali esportazioni brasiliane in Italia nel 2017 sono stati i prodotti del regno vegetale e animale (25% del totale, includendo caffè e carni), carta e cellulosa (18%), minerali ferrosi (11%) e cuoio e pelli (10%). Le importazioni brasiliane dall’Italia hanno riguardato soprattutto macchinari e apparecchi elettrici (37%) e prodotti chimici e farmaceutici (20%).


 

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BRASILE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia