Bilancia commerciale (TERRITORI PALESTINESI)

Export

Export201720182019Previsioni di crescita 2020Previsioni di crescita 2021
Totalend mln. €1 mln. €nd mln. €nd %nd %
PRINCIPALI DESTINATARI
2017 (mln. €)2018 (mln. €)2019 (mln. €)
ndndISRAELE1ndnd
ndndGIORDANIA7ndnd
ndndEMIRATI ARABI UNITI3ndnd
Italia Position:ndndItalia Position:nd15Italia Position:ndnd
Elaborazioni Consolato Generale d'Italia su dati PCBS.

 

Import

Import201720182019Previsioni di crescita 2020Previsioni di crescita 2021
Totalend mln. €55 mln. €nd mln. €nd %nd %
PRINCIPALI FORNITORI
2017 (mln. €)2018 (mln. €)2019 (mln. €)
ndndISRAELE3ndnd
ndndTURCHIA6ndnd
ndndCINA4ndnd
Italia Posizione: ndndItalia Posizione: 6ndItalia Posizione: ndnd
Elaborazioni Consolato Generale d'Italia su dati PCBS.

Osservazioni

La bilancia commerciale palestinese è tradizionalmente in disavanzo a causa degli scarsi livelli di produzione interna dovuti all’impossibilità di accedere a larga parte delle risorse naturali del territorio e alla distorsione del sistema produttivo che ne scaturisci, insieme alla difficolta’ ad importare beni capitali spesso inclusi nella lista dei beni dual use: i servizi, infatti, che per loro natura sono meno tradable, rappresentano oltre il 60% del PIL. La bilancia palestinese è quindi fortemente sbilanciata verso le importazioni, come riflesso anche nell’interscambio con l’Italia.

Il saldo 2018 della bilancia commerciale palestinese e’ stimato pari a -4,6 miliardi $, derivante da 1,1 miliardo $ di esportazioni e 5,7 miliardi $ di importazioni (Fonte PCBS). L’atteso miglioramento, soprattutto in termini di diversificazione geografica dei flussi commerciali, in conseguenza dell’adesione palestinese dell’Aprile 2016 alla Free Trade Area dei Paesi arabi del Mediterraneo (Agadir Agreement) ancora non e’ evidente. Dopo la riduzione della dipendenza da Israele nel 2015, quando le importazioni provenienti da quest’ultimo erano il 58%  contro il 70% del 2014, non si registrano particolari miglioramenti nel 2016 e 2017 restando le importazioni da Israele il 55% del totale.

Le esportazioni palestinesi si concentrano prevalentemente nel marmo, pietra e materiali da costruzione (23%) e nell’agroalimentare (22%, soprattutto datteri).  I principali destinatari sono Israele, Giordania e EAU. L’Italia e’ al 15’ posto tra i Paesi destinatari dell’export palestinese (dati 2017).

Le importazioni palestinesi sono rappresentate per circa la meta’ da prodotti energetici e prodotti alimentari, seguiti dalla meccanica (10%). I principali mercati di approvvigionamento sono Israele, Turchia e Cina. L’Italia e’ il sesto fornitore palestinese, il secondo dell’Unione Europea (dopo la Germania, dati 2017).

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché TERRITORI PALESTINESI Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in TERRITORI PALESTINESI