Barriere tariffarie e non tariffarie (AUSTRALIA)

Market Access Database della Commissione Europea

BARRIERE TARIFFARIE:

Laddove non diversamente previsto e salve esenzioni, sulle merci esportate grava un dazio del 5%. In alcuni casi l'onere economico e' piu' elevato. Un tipico esempio e' costituito dalla Luxury Car Tax (LCT):

La Luxury Car Tax è una tassa del 33% imposta sulla differenza fra prezzo del veicolo e valore della soglia di riferimento (al momento pari a  $64,132). Il Governo australiano, in passato, ha espresso perplessità riguardo l’abolizione della LCT, anche perchè è stato a lungo uno strumento a difesa dell’industria austomobilistica australiana.  Tuttavia vi è stato un recente contributo dato al dibattito dall’Australian Automotive Association (AAA), che è stata capace di sottolineare i profili positivi di un'eventuale abolizione della tassa in questione come un interesse anche australiano . Infatti gli stabilimenti  manifatturieri australiani ( in primis la Holden e la Toyota ) stanno chiudendo a causa degli eccessivi costi di produzione e salari e il momento potrebbe essere pertanto propizio per ridiscutere la questione. La tassa, infatti, non solo risulta obsoleta, dal momento che viene a tutelare un’industria non più esistente, ma risulta anche disciminatoria poichè le autovetture sono gli unici beni di lusso su cui viene imposta una tassa alla vendita.

https://www.ato.gov.au/Business/Luxury-car-tax/

 

BARRIERE NON TARIFFARIE:

L'Italia si trova tuttora impossibilitata ad esportare verso questo Paese numerosi prodotti agroalimentari tipici del made in Italy quali i salumi stagionati per meno di 400 giorni (salami, coppa, pancetta, culatello) e alcuni tipi di salumi cotti (mortadella, prosciutto cotto e prodotti simili). Le esportazioni di prosciutto crudo sono consentite solo se hanno subito un processo di stagionatura per almeno 400 giorni. Recentemente alcune di tali restrizioni sono state allegerite:  ad esempio il prosciutto crudo non ricade più nella categoria del "risk food", bensì in quella del "surveillance food".

A riguardo dei prodotti lattiero-caseari, sono stati definiti nuovi requisiti fitosanitari meno rigidi rispetto al passato che hanno ridotto i controlli microbiologici per I prodotti lattiero-caseari pastorizzati. Le modifiche alla disciplina hanno inoltre fatto cadere il divieto all’importazione dei prodotti lattiero-caseari a latte crudo.

In Australia esistono restrizioni e procedure di autorizzazione complesse per le importazioni di bovini e dei prodotti da essi derivati. Ogni Paese esportatore di carne bovina deve infatti sottostare al controllo di una commissione ad hoc, la quale deve accertare l'assenza di rischi relativi all'encefalopatia spongiforme bovina (BSE).

Permangono restrizioni alle importazioni di pollame e suoi derivati, asseritamente per contrastare la bursite infettiva (malattie di Gumboro).

Esistono norme rigorose per l'importazione di carne di maiale e suoi derivati, le quali impongono requisiti specifici relativi al trattamento termico e al disossamento delle carni al fine di prevenire alcune malattie, tra cui la sindrome riproduttiva e respiratoria del suino (PRRS).

Le Autorità australiane sottolineano che le loro regole fitosanitarie sono giustificate dall'esigenza di proteggere il delicato ecosistema del continente australiano, in particolare gli animali e prodotti locali, dalla diffusione di malattie che qui sono ancora inesistenti.

Un aspetto continuamente ribadito dalle controparti australiane agli interlocutori europei è la richiesta di presentare casi concreti, anziché generiche proteste relative all’eccessiva severità dei controlli fitosanitari. In linea con tale approccio pragmatico, i potenziali esportatori europei sono invitati a presentare specifiche richieste alle competenti Autorità australiane al fine della concessione dell’autorizzazione all’importazione.

Market Access Database della Commissione Europea:

http://madb.europa.eu/madb/barriers_result.htm?isSps=false&countries=AU

 

Ultimo aggiornamento: 06/07/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché AUSTRALIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia