Aspetti Normativi (SLOVACCHIA)

ASPETTI NORMATIVI E LEGISLATIVI

Regolamentazione degli scambi

Sdoganamento e documenti di importazione: la merce può essere sdoganata in qualsiasi punto abilitato, la documentazione richiesta è la stessa prevista dalla regolamentazione comunitaria. Non sono previsti controlli in dogana sui requisiti tecnici dei prodotti importati, ma solo successivamente.

Classificazione doganale delle merci: conforme alla Tariffa Doganale d’Uso Integrata.

Restrizioni alle importazioni: non presente alcun genere di dazio o restrizione; è richiesta una certificazione di importazione che garantisca gli standard tecnici per alcuni prodotti la cui lista è periodicamente aggiornata dal ministero competente.

Importazioni temporanee: previste dalla legge doganale.

 

Attività di investimento ed insediamenti produttivi nel Paese

Normativa per gli investimenti stranieri: gli investitori esteri possono svolgere attività economiche alle stesse condizioni di quelli locali, ivi compresa la costituzione di società o la partecipazione in quelle slovacche preesistenti; è possibile stipulare contratti senza obbligo di autorizzazione o registrazione, invece richiesta nel caso si vada a operare nel settore bancario, assicurativo, borsistico ed agricolo. L’agenzia governativa SARIO è attiva nell’attrarre e agevolare il flusso in entrata di investimenti stranieri.

Legislazione societaria: una società che opera permanentemente in loco è soggetta alla normativa del Codice Commerciale del 2001. La legge slovacca distingue tra società di persone (società pubblica commerciale e in accomandita), società di capitali (società a responsabilità limitata e per azioni) e cooperative. Un’attività economica può essere svolta nelle seguenti forme: Società pubblica commerciale (VerejnaObchodnaSpolocnost), Società in accomandita (KomanditnaSpolocnost), Società a responsabilità limitata (Spolocnost s RucenimObmedzenym), Società per azioni (AkciovaSpolocnost), Cooperativa, Società individuale, contratto di associazione in partecipazione e filiale di una società estera.

Nel mese di novembre 2015, il governo della Repubblica Slovacca ha approvato l’emendamento n. 513/1991 del Codice Commerciale, introducendo una nuova forma giuridica delle imprese, la società per azioni semplice. La modifica del Codice Commerciale ha avuto effetto a partire dal 1° gennaio 2017. Tale società per azioni semplice prevede una semplificazione per l’avvio di piccole e medie imprese. Il vantaggio di tale società è dato dal fatto che l’ammontare del capitale sociale al momento della sua fondazione può partire da 1 euro. La struttura organizzativa di tale società è composta dagli stessi organi di una normale SpA, vale a dire Assemblea Generale, Consiglio di Amministrazione e Consiglio di Sorveglianza.

 

Brevetti e proprietà intellettuale

La principale fonte normativa sulla tutela dei marchi è la legge 527/90 mentre con la 14/04 vengono riconosciuti i marchi comunitari. Possono essere registrati lettere, numeri, disegni, la forma o l’involucro del prodotto. Il marchio registrato decade dopo 10 anni. La protezione del brevetto ha, invece, durata ventennale.

 

 

 

Sistema fiscale

Il sistema fiscale slovacco presenta le seguenti imposte: imposte sul reddito (imposta sul reddito delle persone fisiche e imposta sul reddito delle società), imposta sul valore aggiunto(IVA), accise, imposte sui veicoli a motore, tasse municipali(compresa la tassa immobiliare), prelievo speciale per le entità regolamentate e l’imposta bancaria. L’imposta sul reddito delle società è applicata alle persone giuridiche quando la loro sede o luogo di direzione effettiva si trova in Slovacchia. Le entità non residenti sono tenute a pagare l’imposta sul reddito delle società slovacche solo sul reddito che deriva da fonti slovacche. L’imposta sul reddito delle società è calcolata facendo riferimento alla “base imponibile”. I dividendi non sono soggetti a tassazione.

Anno fiscale: 1 gennaio – 31 dicembre

Tassazione sulle attività di impresa: 21%

Imposta sul valore aggiunto (VAT): 20% - 10%

La Slovacchia ha recepito la direttiva 2006/112/CE del Consiglio dell’UE, del 28 Novembre del 2006, sul sistema comune riguardante l’imposta sul valore aggiunto cosi come altre Direttive UE inerenti l’IVA. Si prevede l’applicazione di due diverse aliquote IVA - aliquota base IVA e aliquota IVA ridotta - a seconda di quali beni e servizi sono soggetti a tassazione. L’aliquota IVA base è del 20% e si applica a tutti i beni e servizi tranne quelli soggetti a IVA ridotta. Quest’ultima, che ammonta al 10% della base imponibile, si applica in particolare ai farmaci e libri, nonché a determinate tipologie di prodotti alimentari.

 

“Business Atlas 2019: guida agli affari in 55 mercati per il business italiano” a cura delle Camere di Commercio italiane all’estero.
Ultimo aggiornamento: 19/10/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SLOVACCHIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SLOVACCHIA

AMBASCIATA BRATISLAVA