Aspetti Normativi (HONG KONG)

ASPETTI NORMATIVI E LEGISLATIVI

Regolamentazione degli scambi

Sdoganamento e documenti di importazione: Hong Kong e' un porto franco in cui non esistono dazi all'importazione sulla quasi totalita' delle merci, fatta eccezione per poche categorie di prodotti quali derivati del petrolio, tabacco e alcolici con una percentuale d'alcool superiore al 30%. Similmente non e' richiesto alcun permesso scritto o licenza per le importazioni di prodotti alimentari, ad eccezione della merce deperibile, che avra' bisogno di documenti che ne certifichino l'origine e la lavorazione. Le autorita' doganali si riservano comunque il diritto d'ispezione per le merci in ingresso. Per importare prodotti a Hong Kong sono quindi necessari i seguenti certificati: fattura export, dichiarazione doganale, documenti di trasporto, etichettatura e imballaggi e documenti di spedizione.

Nel 2003 tra Hong Kong e Cina e' stato avviato un processo di liberalizzazione denominato Closer Economic Partnership Arrangement (CEPA). Tale accordo e' stato aggiornato il 14 dicembre 2018, quando Cina continentale e Hong Kong hanno firmato l'Accordo sullo scambio delle merci, consolidando e aggiornando gli impegni in materia di liberalizzazione e facilitazione degli scambi. Il CEPA consente l'azzeramento delle tariffe per 1.087 categorie di beni prodotti a Hong Kong ed esportati nella Cina continentale. Gli Accordi mirano ad ampliare la liberalizzazione del mercato e ad agevolare il commercio e gli investimenti tra la Cina continentale e Hong Kong. Entrambi gli Accordi sono entrati in vigore al momento della firma, anche se l'Accordo di investimento e' stato attuato ufficialmente dal 1° gennaio 2018.  [1]

L'Accordo di investimento:

  • copre gli investimenti in settori diversi dai servizi (compresi produzione, attivita minerarie e investimenti in attivita') che non rientrano nell'ambito di applicazione del precedente Accordo, che era gia' in vigore da giugno 2016;
  • impegna la Cina continentale a fornire un trattamento agli investimenti e agli investitori di Hong Kong alla pari degli investimenti e degli investitori della Cina continentale, ad eccezione delle 26 misure speciali elencate nell'Accordo;
  • impegna ciascuna parte a fornire un trattamento non discriminatorio in relazione a questioni quali le restrizioni all'esproprio degli investimenti, il risarcimento delle perdite e il trasferimento all'estero di investimenti e rendimenti.

 

L'Accordo Ecotech:

  • rafforza i precedenti impegni economici e tecnici CEPA in vari settori; 
  • fornisce una base per la cooperazione in relazione all'iniziativa Belt and Road;
  • aggiorna le attivita di cooperazione delle due parti in vari settori, tra cui finanza, risoluzione delle controversie, tecnologia, commercio elettronico, proprieta' intellettuale e qualita' dei prodotti;
  • sistematizza la cooperazione subregionale in relazione alla regione del delta del fiume Pan-Pearl, le zone di libero scambio pilota della Cina continentale e i distretti di Qianhai (a Shenzhen), Nansha (a Guangzhou) e Hengqin (a Zhuhai).

 

Il CEPA e' stato ulteriormente aggiornato il 14 dicembre 2018, quando Cina continentale e Hong Kong hanno firmato l'Accordo sullo scambio delle merci, consolidando e aggiornando gli impegni in materia di liberalizzazione e facilitazione degli scambi. Nell'ambito di tale Accordo, a partire dal 1° gennaio 2019 le merci di origine di Hong Kong godranno appieno della "tariffa zero" attraverso l'accordo migliorato per le regole di origine (ROO). Oltre agli esistenti ROO specifici per prodotto (PSR), e' stato aggiunto un accordo generale basato sul calcolo del valore aggiunto ai prodotti di Hong Kong, consentendo in tal modo ai prodotti attualmente privi di PSR di beneficiare immediatamente della tariffa zero all'atto dell'importazione al compimento del ROO generale. [2]

L'Accordo stabilisce inoltre principi di facilitazione degli scambi commerciali, compresa la stipula dell'impegno delle due parti nel facilitare gli scambi commerciali tra esse, semplificando le procedure doganali, migliorando la trasparenza delle misure connesse e rafforzando la cooperazione nei settori pertinenti. Esso, in particolare, stabilisce misure per rendere piu' veloce lo sdoganamento delle merci al fine di agevolare la loro circolazione nella Greater Bay Area di Guangdong-Hong Kong-Macao, migliorando cosi' la capacita' di sdoganamento e l'efficienza dei punti di controllo nel Guangdong e a Hong Kong. L'Accordo e' entrato in vigore il giorno della firma e sara' applicato il 1° gennaio 2019.

Classificazione doganale delle merci: sistema armonizzato.

Restrizione alle importazioni: presenti per alcune categorie quali cibi a breve scadenza (carni, latticini) e prodotti petrolchimici che necessitano di certificazioni particolari rilasciate dal Paese d'origine a causa delle recenti crisi alimentari.

Importazioni temporanee: non soggette a tassazione.

 

Attivita' di investimento e insediamenti produttivi nel Paese

Normativa per gli investimenti stranieri: assenza di limiti per gli investimenti stranieri, che sono soggetti alle stesse normative che regolano gli investimenti locali. Fanno eccezione gli investimenti esteri delle societa' governative e del settore televisivo (massimo 49%).

Legislazione societaria: le tipologie societarie piu' utilizzate sono la Limited Company (Srl) e la Branch Company (filiale), con bassi oneri e facilita' nella costituzione. Il set-up e' a pagamento. I documenti necessari per il set-up sono il Business Registration Certificate rilasciato dal Business Registration Office of the Inland Revenue Department, entro 30 giorni dall'avvio dell'attivita'. Un ulteriore certificato - Certificate of Incorporation -  verra' poi rilasciato dal Companies Registry, il registro delle imprese, insieme al Business Registration Certificate e al Business Registration Service. [3]

 

Brevetti e proprieta' intellettuale

Disciplinati dalla Trade Marks Ordinance, dalla Copyright Ordinance, dalla Patents Ordinance e dalla Registered Designs Ordinance. Per la protezione di brevetti e marchi si fa riferimento alla Common Law. Per quanto riguarda la proprieta' intellettuale, la Basic Law riconosce e sancisce, con gli artt. 139 e 140, un sistema normativo di tutela per tutti i campi dell'ingegno e intelletto umano, comprese le creazioni artistiche e letterarie. Nel Luglio 1990 e' stato costituito il Dipartimento di Proprieta' Intellettuale (IPD, Intellectual Property Department). [4]

 

Sistema fiscale

Anno fiscale: 1 aprile - 31 marzo.

Hong Kong gode di un regime fiscale molto favorevole. Il sistema prevede l'imposta sul reddito societario, delle persone fisiche, beni immobili, veicoli e autoveicoli, beni e servizi e imposte minori. Hong Kong adotta un sistema di tassazione basato sul principio di territorialita', pertanto le persone fisiche e giuridiche, residenti e non, sono soggette a imposizione solo per la parte dei redditi generati nel territorio. I dividendi e gli interessi pagati da societa' residenti a imprese non residenti non sono soggetti a ritenuta. Le royalties corrisposte da imprese residenti a imprese non residenti sono soggette a un prelievo nella misura del 4,95%, la cui aliquota sale al 16,5% nel caso in cui il pagamento di royalties avvenga tra soggetti correlati. Non esistono imposizioni sui capital-gain, se non in particolari casi in cui la natura della disposizione del bene costituisce giuridicamente uno scambio. Le immobilizzazioni tecniche godono di un regime fiscale d'ammortamento accelerato (60% del cespite nel corso del primo esercizio e successivi ammortamenti annuali variabili tra il 10% e il 30% del valore residuo) [5]. Da Aprile 2016 e' in vigore il Double-Tax Treaty tra Italia e Hong Kong. [6]

Una vasta gamma di riforme fiscali e' stata introdotta a partire dall'anno 2018/2019 per migliorare l'economia e affrontare varie questioni sociali, in particolare ristrutturando gli scaglioni e le aliquote sui redditi per le persone fisiche e introducendo un'aliquota progressiva sui redditi delle persone giuridiche. [7]

 

Imposta sui redditi delle persone fisiche dall'anno 2018/19 in poi

Scaglioni (HK$)

Aliquota

0 - 50.000

2%

50.000 - 100.000

6%

100.000 - 150.000

10%

150.000 - 200.000

14%

Oltre 200.000

17%

 

Imposta sui redditi delle persone giuridiche dall'anno 2018/19 in poi

Tipologia

Aliquota

Societa' di capitali

8,25% su profitti fino a HK$ 2.000.000

16,5% sulla parte dei profitti superiore a HK$ 2.000.000

Societa' di persone

7,5% su profitti fino a HK$ 2.000.000

15% sulla parte dei profitti superiore a HK$ 2.000.000

 

Viene inoltre applicata un'aliquota del 50% sui profitti commerciali e sugli interessi ricevuti o derivati dal beneficio di titoli di debito emessi in Hong Kong, e per le imprese off-shore di societa' professionali di ri-assicurazione.

 

Incentivi per la ricerca e lo sviluppo

Come parte di un piano piu' ampio per aumentare la quantita' di investimenti in ricerca e sviluppo (R&S) effettuati a Hong Kong, il Governo ha deciso di introdurre un incentivo fiscale attraverso maggiori detrazioni per le spese ammissibili. In particolare, le spese R&S qualificabili per la deduzione verrebbero divise in due tipologie, tipo A e tipo B. Se rientranti nelle categorie soggette, la spese di tipo A riceverebbero una deduzione del 100%, mentre le spese di tipo B si qualificherebbero per una deduzione fiscale del 300% per i primi HK$ 2 milioni, e del 200% per la parte eccedente senza limiti di ammontare. [8]


Tassazione sulle attivita' di impresa: 20%

Imposta sul valore aggiunto (VAT)

  • Standard: 10%
  • Fertilizzanti, attrezzatura medica, scientifica e sportiva, servizi culturali: 5%
  • Servizi sanitari e di credito, prodotti agricoli, attivita' scientifiche ed educazionali: 0%
  • Tassa consumi speciali su beni di lusso o non essenziali: es. sigarette 65%, alcool 25-45%, automobili 10-60%

 


[1] Fonte: The Official Journal of the Law Society of Hong Kong, Mainland and Hong Kong Sign CEPA Investment Agreement and Ecotech Agreement. Web. September 2017

[2] Fonte: The Government of Hong Kong Special Administrative Region, official website, Dec. 2018

[3] Fonte: InvestHK, The Government of Hong Kong Special Administrative Region

[4] Fonte: Intellectual Property Department, The Government of Hong Kong Special Administrative Region

[5] Fonte: Deloitte, Taxation and Investment in Hong Kong

[6] Fonte: EY Global Tax Alert

[7] Fonte: GovHK, Information Services Department. Web. February 2019

[8] Fonte: PWC, Issue 13 November 2018, "The Law on the Enhanced R&D Tax Deduction was Enacted"

 

"Business Atlas 2019: guida agli affari in 55 mercati per il business italiano" a cura delle Camere di Commercio Italiane all'Estero
Ultimo aggiornamento: 02/11/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché HONG KONG Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in HONG KONG