Accesso al credito - Osservazioni (ALGERIA)

Il quadro normativo di riferimento del sistema creditizio è stato profondamente innovato con la “Loi sur la monnaie et le credit” del 1990, successivamente parzialmente modificata con la legge n.3-11 del 16/8/2003; la legge n.10-04 del 26/8/2010  rappresenta l’ultima modifica. Con la riforma del settore dell’aprile del 1990, è stato introdotto un regime giuridico comparabile a quello dei Paesi ad economia capitalistica ed è stata autorizzata la creazione di istituti di credito privati anche senza partnership locali. Di conseguenza, numerose banche straniere hanno aperto sportelli di rappresentanza in Algeria. Superato il periodo del terrorismo, che aveva prodotto un arresto  nell’espansione del sistema creditizio, a partire dal 1995  si è assistito ad un ripresa del settore e alla sua modernizzazione, in particolare dal 2005 con l’introduzione degli standard internazionali EMV.

La Banca d‘Algeria è la Banca Centrale e le sono attribuiti i tradizionali compiti di regolazione e controllo del settore creditizio.

Il sistema bancario algerino è costituito da 20 banche, rimaste invariate dal 2008, e 10 istituti finanziari. Il settore è essenzialmente dominato dal capitale pubblico, che costituisce l’86% degli asset, detenuto dalle 6 banche statali. Gli istituti finanziari sono costituiti con capitale privato; alcuni forniscono tutta la gamma di servizi, mentre altri sono specializzati (credito fondiario, leasing, ecc.).

L’eccesso di liquidità che aveva isolato l’industria bancaria algerina dagli shock esterni è stato eroso in maniera sostanziale quando il prezzo del petrolio ha iniziato a scendere (2014). Le banche hanno cercato nuove fonti di entrate, espandendo le loro linee di prodotti e lavorando per innalzare i tassi di penetrazione e intermediazione, tradizionalmente bassi. Il settore bancario ha saputo affrontare queste sfide relativamente bene e il Governo ha emanato una serie di provvedimenti per ridurre l’impatto dell’abbassamento del prezzo del petrolio sull’economia e per minimizzare il rischio di grandi squilibri strutturali. La situazione della liquidità non è considerata particolarmente problematica, viene anzi vista come un ritorno a condizioni normali dopo anni di eccesso. Il settore del credito privato rimane relativamente in buono stato.

I pagamenti con mezzi elettronici sono estremamente ridotti, la maggior parte delle transazioni economiche avviene ancora tramite contanti e assegni.

Il leasing come metodo di finanziamento è stato introdotto solo recentemente in Algeria, con l’ordinanza 96/09 del 10 gennaio 1996, ed è ancora poco diffuso ma in espansione. Attualmente, il mercato del leasing algerino comprende 12 società tra istituzioni finanziarie specializzate e banche o istituzioni finanziarie con un dipartimento dedicato.

Ultimo aggiornamento: 14/06/2020^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ALGERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ALGERIA

AMBASCIATA ALGERI