Accesso al credito - Osservazioni (INDONESIA)

Il sistema bancario del Paese può essere rappresentato sinteticamente come segue:

  • 4 banche statali: Bank Mandiri, Bank Negara Indonesia (BNI), Bank Rakyat Indonesia (BRI), Bank Tabungan Negara (BTN), che controllano il 37,5% delle attività totali.
  • Un gruppo di banche commerciali di proprietà privata, attive soprattutto nel mercato famiglie e PMI (Bank Central Asia, Bank Danamon, Bank Panin, Bank Internasional Indonesia - Maybank, CIMB Niaga). Tra queste, alcune sono in joint venture con gruppi stranieri.
  • Una rete di 1.635 banche rurali con 4.678 sportelli. I nuovi più stringenti criteri di patrimonializzazione imposti dalla Banca Centrale spingeranno le realtà locali ad aggregarsi per raggiungere la soglia minima di patrimonializzazione (IDR 100 mld – Euro 7.2 mil).
  • Infine, 11 banche straniere, attive nei segmenti retail e corporate. Tra di esse le principali sono HSBC, Citibank, Standard Chartered Bank, the Royal Bank of Scotland e Deutsche Bank.

Dal punto di vista operativo persistono alcune sfide – tra cui un sistema giuridico ancora debole, alti livelli di corruzione, carenze sotto l’aspetto della governance e della trasparenza – che potrebbero aumentare la perdita potenziale di credito delle banche e i relativi costi operativi. Dal 2014 è operativa la OJK (Indonesian Financial Service Authority), una istituzione indipendente con il compito di regolare, supervisionare, esaminare e nel caso investigare il settore dei servizi finanziari in Indonesia.

In forte evoluzione è anche il settore finanziario non bancario (assicurazioni, fondi pensione), per il quale gli analisti prevedono una crescita a doppia cifra nei prossimi anni.

La Banca Centrale sta conducendo una politica monetaria espansiva anti-crisi sin dal 2008 e il 17 febbraio 2015 ha tagliato il tasso di riferimento di 25 punti base portandolo al 7.50%, con tassi di deposito ridotti al 5.50% e quelli di prestito mantenuti all’8.00%.

Nonostante permanga una certa cautela nel ricordo della crisi degli anni ’90, sono in crescita i finanziamenti verso i settori produttivi dell’economia, con le banche che tendono a sostenere i piani di investimento delle aziende nazionali. L’accesso al credito da parte della clientela retail rimane ancora limitato alla – seppur crescente – classe media, con circa il 20% della popolazione adulta che usufruisce, secondo i dati OCSE, di formali servizi finanziari.

Dopo anni in cui l’attenzione dei regolatori è stata diretta alle salvaguardie da potenziali fenomeni critici, il sistema bancario si sta concentrando sempre più sull’espansione dell’accesso al credito da parte della popolazione e delle PMI, elementi chiave per uno sviluppo durevole dell’economia nazionale.

Ultimo aggiornamento: 27/07/2015^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché INDONESIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia